La scuola “trasferisce” in montagna: allo Sport Camp di Ferriere una settimana di lezioni all’aria aperta

Per una quarantina di studenti del Liceo Respighi e del Liceo San Benedetto sarà un inizio anno scolastico all’insegna dello sport e dell’attività fisica.

Nella prima settimana di scuola, infatti, gli alunni di prima superiore di due classi dei due istituti cittadini avranno la possibilità di unire lo studio a momenti di puro divertimento all’aria aperta, trascorrendo un breve periodo lontano dai banchi di scuola, allo Sport Camp di Ferriere.

“Dopo l”esperimento’ del 2018 con solo il Liceo San Benedetto, da quest’anno si unisce anche il Respighi, che porterà a Ferriere una classe prima dell’indirizzo sportivo – ha spiegato Robert Gionelli, delegato provinciale Coni, presentando l’iniziativa nella mattinata dell’11 settembre. – Lo Sport Camp è una struttura che, sopratutto nel periodo estivo, accoglie tantissime società sportive per il ritiro pre-campionato, con una grande affluenza da tutto il nord italia. Qui c’è la possibilità di praticare diverse discipline sportive: nuoto, tennis, basket, pallavolo, calcio”.

“E poi – ha aggiunto – sopratutto ci sono le nostre vallate: gli insegnanti hanno infatti già concordato una visita guidata con il corpo forestale nelle montagne circostanti”. In tal senso il sindaco di Ferriere, Gianni Malchiodi, si è detto soddisfatto di come “si cerchi di valorizzare il nostro territorio. Abbiamo dei luoghi incantevoli, su cui si stanno facendo grossi investimenti: per la “sentieristica” abbiamo messo 150mila euro; mentre per gli impianti sportivi più di 400mila euro”.

Il soggiorno a Ferriere degli studenti del San Benedetto sarà da lunedì 16 a venerdì 20 settembre; mentre gli alunni del Respighi si fermeranno tre giorni, dal 18 al 20. “Dopo l’esperienza dello scorso anno abbiamo deciso di fare di questa settimana un punto fermo della nostra scuola” – ha commentato il preside del San Benedetto, Fabrizio Bertamoni. “E’ Un modo per stare insieme – staccandosi per un po’ dagli smartphone – e conoscersi in vista del nuovo anno; oltre che un’occasione per valorizzare il territorio facendo sport”.

Di quest’idea anche i due docenti del Liceo Respighi responsabili dell’iniziativa, la professoressa Alberta Ballani e il professore Luigi Dordoni “Sarà un bel momento per  favorire la conoscenza reciproca e la socializzazione – le loro parole – .Un occasione per rompere il ghiaccio e costituire un gruppo”.

Ancora Robert Gionelli, insieme a Marco Bergonzi, presidente della Associazione sportiva Ferriere che gestisce il camp, hanno concluso con una constatazione ed un augurio finale. “E’ bello vedere come stiamo diventando punto di riferimento per il territorio piacentino e non solo – ha osservato Bergonzi -. Altre scuole si sono già interessate a questo progetto, anche da altre province – ha aggiunto Gionelli – l’augurio è che anche altri istituti già dal prossimo anno si aggreghino a questa iniziativa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.