Manovre proibite di tre motociclisti sulla 45, inseguiti e multati foto

Manovre folli di tre motociclisti lungo la Statale 45, inseguiti e multati dalla Polizia Municipale.

Un sabato e domenica che, complice il sole e le temperature prettamente estive, hanno visto la Val Trebbia raggiunta da numerosi centauri. Tre di loro, lanciati a gran velocità, si sono prodotti in manovre non consentite dal codice della strada, rischiando, in tutti e tre i casi di scontrarsi frontalmente proprio con una pattuglia della Polizia Municipale di Bobbio.

Il primo episodio risale a poco prima delle ore 18 di sabato 14 settembre, all’altezza della zona di Mezzano Scotti. In questo caso il centauro che proveniva dal genovese, in fase di sorpasso azzardato in una semi curva e con linea di mezzeria continua, ha rischiato il frontale con la pattuglia della Municipale che stava procedendo in direzione di Bobbio. Gli agenti hanno quindi immediatamente fatto inversione di marcia e, dopo un inseguimento di qualche chilometro a sirene spiegate, lo hanno costretto ad accostarsi all’altezza della galleria di Perino.

Il secondo episodio risale alle 18 e 30 di sabato 14 settembre all’altezza dell’abitato di Cassolo, anche in questo caso il motociclista proveniva dall’alta Val Trebbia. A causa di un sorpasso azzardato e del superamento della linea continua, ha rischiato un incidente frontale con la pattuglia della Municipale. Di nuovo gli agenti hanno nuovamente fatto inversione a U per bloccarlo alla rotonda della Cernusca.

Il terzo episodio, il più grave, risale alle 19 e 30 di domenica 15 settembre, all’altezza della frazione di San Salvatore, in prossimità della spiaggetta della Berlina di Bobbio. Il motociclista, che si era destreggiato in numerosi sorpassi, ha notato la pattuglia della Polizia Municipale che arrivava dal senso opposto. Anche in questo caso non si sono scontrati per fortuita coincidenza e la persona in sella alla due ruote ha aperto il gas cercando di darsi alla fuga.

polizia municipale statale 45

Gli agenti lo hanno inseguito e lui, credendo di aver fatto perdere le proprie tracce dopo essersi infilato in un boschetto nelle vicinanze della galleria di Bobbio, è tornato indietro ripercorrendo nuovamente la strada statale 45 in direzione di San Salvatore. Gli agenti, che avevano notato i suoi movimenti, hanno finto di allontanarsi, ma è stata prontamente attivata una seconda pattuglia che ha sbarrato la strada e il motociclista non ha potuto far altro che fermarsi e ammettere le proprie responsabilità.

Complessivamente sono stati decurtati ai 3 motociclisti, tutti residenti in Lombardia e di età compresa tra i 20 e i 30 anni, 24 punti dalle loro patenti: tutti sanzionati per velocità eccessiva, superamento della linea continua, sorpasso azzardato e, in due casi, per mancata revisione del veicolo con la conseguente sospensione del mezzo dalla circolazione. Sono state loro elevate sanzioni il cui ammontare complessivo sfiora il migliaio di euro.

Dal Comando della Polizia Municipale di Bobbio si rammenta la massima prudenza sulle strade e il rispetto delle norme di circolazione stradale, e si informa che i controlli nel territorio di competenza proseguiranno e saranno costanti nel corso di tutto l’autunno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.