Monopattini e hoverboard in strada, i 5 Stelle “Il Comune autorizzi la sperimentazione”

“Il Comune di Piacenza autorizzi in via sperimentale la circolazione dei dispositivi per la micromobilità elettrica”.

E’ quanto chiedono i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Andrea Pugni e Sergio Dagnino, che sul tema hanno presentato una mozione urgente. “Riteniamo – affermano dopo aver ricordato che “il comma 102 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145 ha introdotto la possibilità di autorizzare la sperimentazione della circolazione su strada di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini” – la micromobilità elettrica rientri nei sistemi di mobilità  e trasporto sostenibili e di alta qualità  anche  sotto il profilo ambientale economico e sociale“.

“L’uso dei dispositivi aggiungono – può rappresentare una importante novità per favorire lo scambio modale soprattutto nei nodi di interscambio quali stazioni ferroviarie, autostazioni, utile sia agli spostamenti sistematici (casa-lavoro, casa-scuola) che occasionali (a scopo turistico)”.

Attraverso la mozione Pugni e Dagnino chiedono che sindaco e giunta “autorizzino in via sperimentale la circolazione dei dispositivi per la micromobilità elettrica nel rispetto delle condizioni previste nel decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti; provvedano ad adottare la delibera di Giunta relativa alla sperimentazione,regolamentando la sosta; adottino tutte le misure idonee ad informare la popolazione residente circa l’avvio della sperimentazione all’interno del centro abitato”.

E ancora, “nel caso vengano istituiti o affidati servizi di noleggio dei dispositivi in condivisione, anche in modalità free-floating”, la richiesa di prevedere “di rendere obbligatoria l’attivazione di una adeguata azione di informazione nei confronti degli utilizzatori da parte delle società responsabili del servizio circa le regole di utilizzo, fra le quali quelle relative alla sicurezza stradale, alla velocità, alle modalità consentite di sosta”.

I due consiglieri 5 Stelle chiedono infine di avviare “una campagna di informazione della sperimentazione in atto nel territorio in corrispondenza di infrastrutture di trasporto, ricadenti nel centro abitato, destinate allo scambio modale quali  stazioni ferroviarie, autostazioni parcheggi scambiatori” e di fornire al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti i dati relativi alle risultanze della sperimentazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.