Piacenza 2020, proposte culturali cercasi

Piacenza 2020, cercasi proposte culturali di qualità.

E’ ufficialmente aperta la selezione di iniziative in grado di promuovere il territorio piacentino dal punto di vista artistico e culturale. Il bando è stato pubblicato sull’albo pretorio del Comune di Piacenza.

La richiesta nasce dalla candidatura di Piacenza a capitale della cultura nell’estate 2017, con l’attivazione di un gruppo di lavoro che comprende Comune, la Fondazione di Piacenza e Vigevano, la Curia vescovile e la Camera di Commercio.

Il progetto predisposto in quella occasione è stato giudicato positivamente dal ministero dei beni culturali, tanto da far arrivare la nostra città tra le 10 finaliste. Con la vittoria della vicina Parma, si è poi dato vita a un protocollo a tre, insieme a Reggio, in modo da poter fare squadra e condividere idee e energie, dando vita a “Emilia 2020”.

I contributi raccolti attraverso il bando pubblicato sull’albo pretorio confluiranno proprio in questo programma. Ovviamente saranno valutate le proposte pervenute, con l’assegnazione di un massimo di 70 punti.

Tra le caratteristiche che dovranno avere figurano: progetti di ampio respiro culturale e turistico, in grado di evidenziare i punti di forza di Piacenza e in grado di essere attrattivi per la città. Progetti in grado di aumentare la conoscenza del patrimonio culturale, artistico, monumentale e storico della città, valorizzando anche gli spazi e i luoghi meno conosciuti della città (spazi della periferia) e aumentandone la fruizione da parte sia della collettività locale, sia dei turisti (max 25 punti); progetti con elementi innovativi che privilegiano la cooperazione tra più associazioni promuovendo la collaborazione tra vari soggetti del territorio (capacità di fare rete).

Nello specifico, progetti capaci di coinvolgere enti, associazioni e istituzioni del territorio (max 20 punti); autofinanziamento e capacità organizzativa, ossia progetti capaci di esprimere una sostanziale capacità di sostenere il progetto con risorse proprie e/o con risorse provenienti da altri soggetti partner, e/o da sponsor e/o da contributi pubblici. Elevato grado di autonomia e competenza nella gestione di tutti gli aspetti tecnici/logistici e burocratici in merito alla realizzazione del progetto (max 20 punti); comunicazione e marketing territoriale, quindi progetti con elevato livello di marketing territoriale e un strutturato sistema di comunicazione e di promozione strutturato, capace di attirare un vasto pubblico nazionale.

Progetti capaci di innescare processi virtuosi e relazioni di partenariato destinato a durare nel tempo (max 15 punti); inclusione sociale, con progetti capaci di favorire l’accessibilità e la partecipazione all’attività culturale dei giovani, delle persone con disabilità, delle minoranze e degli anziani (max 10 punti); consolidamento, quindi progetti che vantano una consolidata tradizione già capaci di essere attrattivi che sappiano esprimere un’edizione speciale per Piacenza 2020 (max 10 punti).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.