“Ponte di Pievetta, molte richieste di informazioni per il nuovo bando”

“Segnali positivi rispetto al bando, della Provincia di Pavia, di ristrutturazione del ponte di Pievetta, in scadenza il prossimo 26 settembre”.

Così il Presidente della Provincia di Piacenza Patrizia Barbieri dopo un confronto diretto, avvenuto ieri, con il Presidente della Provincia di Pavia Vittorio Poma, a seguito dell’incidente avvenuto sul ponte di Pievetta, dove un camion ha forzato il divieto di passaggio rimanendo incastrato lungo il viadotto e provocando grossi disagi alla circolazione.

A tale proposito – fa sapere la Provincia – il Presidente Poma ha rassicurato rispetto ad un possibile esito positivo sull’aggiudicazione dei lavori urgenti di ristrutturazione del ponte sul fiume Po tra Pieve Porto Morone e Castel San Giovanni, anche alla luce delle tante richieste di informazioni in merito al bando.

“Nella consapevolezza del ruolo strategico di questo manufatto, essendo non solo il collegamento tra due province, ma anche tra due regioni economicamente molto importanti con un flusso veicolare di particolare intensità, – viene spiegato – è stata rinnovata la volontà di collaborare per attivare ogni azione e provvedimento utile per ridurre al minimo i disagi e per aggiornare costantemente la cittadinanza”.

“E’ un problema che riguarda i territori delle province di Piacenza e Pavia, ma i maggiori disagi ricadono sul comune di Castel San Giovanni e di tutta la Valtidone” – il commento del Presidente Barbieri, che ha confermato l’impegno assunto con Poma a dare “comunicazioni tempestive e trasparenti sulle limitazioni e sui percorsi alternativi durante tutte le fasi degli interventi, compresa l’aggiudicazione del bando”.

Incidente sul Ponte Pivetta, Fdi: “Regione valuti presa in carico diretta” – Interrogazione di Giancarlo Tagliaferri, primo firmatario, e Michele Facci (Fdi) sull’incidente che ha bloccato il transito sul Ponte Pievetta, nel piacentino, causando lunghe code ed enormi disagi. Un tir – riportano i consiglieri – nel tentativo di accedere al viadotto, nonostante il divieto di transito ai mezzi pesanti, si è incastrato tra i blocchi in cemento posizionati per inibire il transito, con conseguente rottura del serbatoio e perdita di carburante sulla strada.

Dato che l’incidente è solo l’ultimo di una serie e che la chiusura del ponte ai mezzi pesanti, decisa nel gennaio 2018 per problemi di sicurezza, sta penalizzando il traffico nella Valtidone, i proponenti chiedono l’intervento della Regione.

Il 26 settembre prossimo – si legge nell’atto ispettivo – scadranno i termini per presentare le offerte per la ristrutturazione del ponte, dopo che in agosto una prima gara d’appalto è andata deserta. Nel caso anche la seconda non dovesse andare a buon fine, Tagliaferri e Facci chiedono alla Giunta, in linea con quanto fatto da altre Regioni, “se intenda farsi direttamente carico della gestione della strada provinciale su cui insiste il viadotto Pivetta, snodo viario d’importanza primaria per la mobilità della zona”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.