Ricci Oddi, il sindaco: “I soldi per un nuovo direttore ci sono, spetta al cda fare il bando”

Ancora il rilancio della Galleria d’arte moderna Ricci Oddi al centro della discussione in consiglio comunale di Piacenza. Lo spunto è arrivato da un ordine del giorno presentato dal consigliere comunale dei Liberali Piacentini Antonio Levoni nel corso della discussione sulla nota di aggiornamento del Documento Unico di Programmazione.

Il sindaco Patrizia Barbieri è intervenuta in aula per replicare anche alle richieste di spiegazioni di Massimo Trespidi (Liberi) circa la prolungata assenza di un direttore della Galleria, posto vacante da oltre un anno, e la realizzazione dell’atteso impianto di condizionamento.

“La Ricci Oddi ha un presidente (Massimo Ferrari, ndr) che è stato nominato da un cda – ha affermato il primo cittadino – e non dall’amministrazione comunale, anche i componenti del cda sono stati nominati dalla precedente amministrazione e comunque stiamo dialogando con tutti. Il progetto dell’impianto di raffrescamento è in corso di realizzazione, secondo quanto riferito dal presidente della Ricci Oddi all’assessore Paolo Passoni, a fine settembre dovrebbe essere pronto. Le risorse sono state riconosciute dall’attuale amministrazione per dare una risposta concreta al problema”.

Quanto alla ricerca di nuovo direttore della galleria, la Barbieri ha tenuto a sottolineare: “Compete al cda fare il bando e nel merito non ci permettiamo di entrare, i soldi ce li abbiamo messi ma la non spetta a noi. Ci possono essere diversi profili di direttore, si può scegliere un tecnico amministrativo, oppure una figura che curi le grandi mostre o si occupi dei prestiti artistici, strumento importante per instaurare rapporti con le altre gallerie, ma non possiamo che rimetterci a chi ha le competenze per fare questo bando”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.