Servizio nidi, a Gragnano “taglio” delle rette grazie ai fondi regionali

Risparmi da 374 a 528 euro all’anno sulle rette del nido ( 3-36 mesi): a Gragnano (Piacenza) parte il taglio di costi a carico delle famiglie residenti con bambini frequentanti i nidi.

Entro il termine previsto dalla Regione Emilia Romagna, è stata, infatti, inviata la manifestazione d’interesse per l’utilizzo dei fondi messi a disposizione dalla Regione per l’anno educativo 2019-2020 e pari all’importo di 10.375,85 euro.

La decisione è stata assunta dall’Amministrazione Comunale di concerto con i rappresentanti legali dei nidi privati Convenzionati “La Casa delle Rane”, gestita da Aquilaria, e “Micro nido San Giovanni Battista”, gestito dalla Parrocchia di Casaliggio. A Gragnano sono ventiquattro i bambini le cui famiglie hanno presentato una dichiarazione ISEE non superiore a 26mila euro e che pertanto, in base alla delibera regionale, potranno accedere a questa forma di sostegno.

Il Comune anticiperà l’erogazione con fondi propri quindi la Regione procederà al saldo chiedendo però un puntuale rendiconto sui modi di applicazione e sul numero dei beneficiari. La somma complessiva sarà suddivisa tra gli aventi diritto in misura proporzionale sulla base del tariffario in adozione.

“La somma messa a disposizione è stata calcolata sulla base dei bambini iscritti ai servizi educativi nell’anno 2017-2018. Questa circostanza – osserva il sindaco Patrizia Calza – ci penalizza poiché quest’anno i bambini frequentanti sono più numerosi tuttavia si tratta sempre di un’importante misura sperimentale a sostegno alle famiglie e alla genitorialità di cui ringraziamo la Regione, soprattutto se si considera che la somma si aggiunge alle risorse già erogate ai gestori nell’anno 2019”.

“L’amministrazione, infatti, – ricorda Calza – nel corso del 2019 ha deciso di mettere a disposizione dei gestori 3709,72 euro a titolo di contributo regionale e 13.661,45 euro quale contributo derivante dal fondo nazionale sistema integrato 0-6 anni. Nel bilancio comunale sono invece state stanziate ulteriori risorse proprie pari a 69mila euro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.