Il corpo di Elisa sepolto in un bosco, Sebastiani arrestato per omicidio

EPILOGO TRAGICO – “Massimo Sebastiani è stato rintracciato dai carabinieri intorno alle 12 e 30 di sabato nei pressi di un’abitazione di un amico in località Sariano di Gropparello, adesso è in stato di fermo.

Sariano carabinieri

E’ stato collaborativo e ci ha fatto ritrovare il corpo della ragazza che si trovava a poca distanza da questa abitazione, del padre della ex compagna”.

Sono le parole del Pubblico Ministero Ornella Chicca che riassumono l’epilogo della vicenda dei due scomparsi. Epilogo tragico perchè Elisa Pomarelli è stata uccisa da Massimo Sebastiani, quella domenica maledetta, il 25 agosto, probabilmente subito dopo il loro ultimo pranzo insieme.

Con il comandante provinciale dell’Arma Michele Piras ha parlato ai giornalisti all’esterno della casema Biselli di Piacenza. All’interno dell’edificio sia l’accusato di omicidio, sia i familiari della povera Elisa Pomarelli, in lacrime.

Ris a Sariano
carabinieri Sariano

“PROBABILMENTE UN RAPTUS” – All’uomo è stato contestato – hanno precisato – l’omicidio semplice, senza premeditazione: “Credo che sia stato un gesto d’ira improvviso, un raptus, anche dall’attività investigativa non è emerso nulla che faccia pensare al contrario. Dobbiamo ancora verificare se il movente sia stato quello passionale”.

Su come è avvenuto l’assassinio, il magistrato non si è pronunciato: “Attendiamo l’esito delle analisi sul corpo del medico legale”. Una delle ipotesi più accreditate dagli inquirenti è quella dello strangolamento.

Secondo il Pm, l’uccisione di Elisa sarebbe avvenuta domenica 25 agosto poco dopo la fine del pranzo al ristorante “Il Lupo” di Ciriano di Carpaneto. “Fra i quindici e i venti minuti dopo” – ha specificato.

Piras e Chicca

IL CORPO INTEGRO E SOTTERRATO – Il corpo di Elisa era integro sotterrato nel terreno a circa un metro di profondità in una zona boschiva molto impervia. Per recuperare il corpo è stato necessario l’intervento dei cacciatori “Sardegna”.

Per recuperare il cadavere di Elisa Pomarelli, nella serata di sabato, sono giunti sul posto del ritrovamento i vigili del fuoco con un squadra specializzata che ha operato per alcune ore.

L’amico di Sebastiani (padre dell’ex compagna), Silvio Perazzi, proprietario della casa nei pressi della quale è stato rinvenuto il cadavere, è indagato per favoreggiamento.

“INDAGINI DECISIVE” – Il comandante provinciale dei carabinieri Michele Piras si è soffermato sulle indagini per individuare Sebastiani: “Lo abbiamo trovato con la tela investigativa, abbiamo chiesto nei giorni scorsi di interrompere le ricerche della protezione civile non perchè fossero state infruttuose, ma perche avevamo bisogno di una maggiore riservatezza. Avevamo ristretto un’area e oggi lo abbiamo rintracciato”.

Per saperne di più

LA CRONACA DELLA GIORNATA 

Sariano carabinieri

Alle 19 e 15 circa è prevista la conferenza stampa dei carabinieri alla caserma di viale Beverora.

Si sono svolte nel corso del pomeriggio di sabato 7 settembre le ricerche di un corpo, che si è rivelato purtroppo essere quello della 28enne. Ricerche che sono state guidate nella prima parte dallo stesso Sebastiani.

Le operazioni si sono concentrate a Costa di Sariano di Gropparello, nei pressi della casa del padre dell’ex compagna di Sebastiani e nei boschi nei dintorni. Dopo le 18 sono arrivati anche i Ris di Parma (nelle foto).

La zona non è troppo distante dal ristorante dove la coppia ha pranzato domenica 25 agosto, l’ultima volta che Massimo ed Elisa sono stati visti insieme.

Sul posto i carabinieri con il comandante provinciale Michele Piras, il Nucleo investigativo che nei giorni scorsi ha condotto le indagini giudiziarie e i cacciatori “Sardegna”, il corpo speciale arrivato nelle ultime ore per scovare Sebastiani.

Sebastiani è successivamente rientrato a Piacenza scortato da alcuni militari, dopo aver indicato il luogo dove rinvenire il corpo di Elisa Pomarelli.

carabinieri Sariano

Presente anche il pubblico ministero a cui fanno capo le indagini per omicidio Ornella Chicca che ha convocato sul posto il legale di Sebastiani Mauro Pontini.

Ai cronisti Pontini ha fornito poche indicazioni: “Sono qui perchè mi ha convocato il Pm, non ho ancora parlato con Sebastiani”.

Presente anche il legale del padre dell’ex compagna di Sebastiani, Paolo Fiori, che ha affermato che il suo assistito “non c’entra nulla con l’omicidio e l’occultamento di cadavere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.