Sospese le ricerche dei volontari, in azione gli specialisti dei carabinieri

Nuovo cambio di strategia nelle ricerche di Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani, a distanza di oltre 10 giorni dalla loro scomparsa. Stop alle ricerche dei volontari e dei corpi civili, e spazio agli specialisti dell’Arma dei carabinieri.

E’ la decisione assunta al termine del vertice nella mattinata del 6 settembre in Prefettura a Piacenza e annunciata dal prefetto Maurizio Falco. I militari dell’Arma svolgeranno attività di carattere più investigativo sul campo, con il coinvolgimento delle forze del Nucleo locale ma anche di altre. Si tratta di un modifica importante che lascia intendere che le indagini di questi giorni, che si sono concentrate ancora sulla cerchia di conoscenti di Massimo Sebastiani, abbiano offerto qualche elemento nuovo.

“Abbiamo ricevuto da parte carabinieri, che coordinano le operazioni e conducono le attività di indagine giudiziaria, una richiesta di sospensione delle ricerche del volontariato. Ci sarà invece un’intensificazione localizzata delle attività di polizia giudiziaria. Questo cambio è stato oggetto di discussione coi sindaci che sono sempre un sensore strategico del territorio. Speriamo che d’intesa con la Procura si possa fare un punto della situazione e se le ricerche dei civili debbano essere riprese o meno”.

“Ci sono delle risultanze più localizzate – ha precisato il prefetto – e vi sono esigenze di avere sul campo personale più tecnico che appartiene all’indagine giudiziaria, ci saranno carabinieri specialisti che arriveranno a breve”.

E alla domanda se Sebastiani possa essere ancora vivo, Falco ha risposto: “Non compete a me dare questa risposta, ma è la logica che porta pensarlo e c’è stato un avanzamento sotto questo profilo delle indagini”. “Più passano i giorni – non ha negato il prefetto – cambiano le temperature e il tempo, e diventa più difficile sopravvivere in montagna”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.