Torna la musica contemporanea tra il Conservatorio e Palazzo Ghizzoni

Incó_ntemporanea 2019, la musica contemporanea a Piacenza Ritorna per la terza edizione, dal 27 al 29 settembre.

Incó_ntemporanea a Piacenza, all’interno delle cornici del Palazzo Ghizzoni Nasalli e del Conservatorio Nicolini, è il festival organizzato dal collettivo_21 che dal 2017 si impegna nella diffusione della produzione musicale contemporanea nel capoluogo emiliano.

Ad aprire le danze, il 27 alle ore 18 nella serra e nel giardino del Palazzo Ghizzoni Nasalli, l’inaugurazione di Misophonia, un’installazione multimediale interattiva e performativa attiva per i tre giorni del festival, curata dal neonato Flippato Collective, gruppo internazionale di performer e musicisti da Amburgo, Lubecca e Cremona, che vuole indagare sulla temporalità e sul rapporto tra l’audience, la produzione musicale e visiva, e l’oggetto artistico tout court.

Il primo concerto serale, con inizio alle ore 20 è diviso in due trances e dedicato alla chitarra. La prima parte vede come protagonista Andrea Monarda, proponendo musiche per chitarra classica di Sylvano Bussotti, Giorgio Gaslini, Ennio Morricone, Aldo Clementi, Goffredo Petrassi, Riccardo Malipiero e Giorgio Colombo Taccani. Alle ore 21,30 il testimone passa a Carlo Siega, chitarrista elettrico vincitore del prestigioso Kranichsteiner Musikpreis per l’interpretazione ai Ferienkurse für die Neue Musik diDarmstadt, presentando brani in prima esecuzione nazionale di Rebecca Saunders, Maria Kõrvits, la prima esecuzione integrale di La Sola Distanza di Mattia Clera, e musiche di Fausto Romitelli e Giorgio Colombo Taccani.

Il primo appuntamento di sabato 28, alle ore 15,45 al Conservatorio Nicolini, vede una conferenza itinerante a cura dell’Ing. Dario Paini, presentando nel percorso tra il Conservatorio e il Palazzo Ghizzoni Nasalli, aspetti delle relazioni che vengono ad instaurarsi tra suono ed ambiente. Preceduto da una Tavola Rotonda alle ore 19 che ha come tema l’audiovisivo nelle pratiche contemporanee, il concerto delle ore 21,30 presso il Salone Concerti del Conservatorio Nicolini vede il collettivo_21 impegnato nella realizzazione di un concerto multimediale: in programma l’esecuzione in prima nazionale di Scanners e Hello 2.0 (Evy Schubert Version) di Alexander Schubert, e brani di Luca Guidarini e Kaija Saariaho. A completare la serata la proiezione di un cortometragio a cura di Concorto Film Festival.

Domenica 28 si ritorna al Palazzo Ghizoni Nasalli: alle 18 Giulia Pastorino, chitarrista del collettivo_21, presenta Il Carillon del Mistero, performance estemporanea che coinvolge attivamente il pubblico in un dialogo tra letteratura e musica improvvisata. Alle 21 la serata dedicata al sassofono: la formazione quartettistica del BDSM saxophone quartet, propone brani da Henri Pousseur a Giacomo Manzoni, passando per Giacinto Scelsi e David Maslanka, esplorando il repertorio dedicato a questa formazione a partire dalla seconda metà del secolo scorso, e una prima assoluta del giovane Alessandro Salaroli.

Tutti i giorni (venerdì dalle ore 18, sabato e domenica dalle ore 17) a Palazzo Ghizzoni Nasalli è possibile visitare ed interagire con Misophonia e godere degli stand enogastronomici. L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.