“Trasporti e opere pubbliche per Piacenza, a breve incontri con Anas e Ferrovie” foto

Prima uscita pubblica a Piacenza, la sua città, per il neo ministro dei Trasporti e Infrastrutture Paola De Micheli. In Prefettura alla presenza della autorità locali, di sindaci, amministratori e rappresentanti delle categorie sociali ed economiche.

Un primo incontro che – nelle intenzioni del neo ministro – vuole diventare un metodo di lavoro basato sull’ascolto e sul confronto. Da parte dei sindaci soprattutto sono state manifestate le esigenze più urgenti in termini di trasporto e cantieri di opere infrastrutturali. Al Ministro De Micheli sono arrivati i complimenti di tanti dei presenti, anche da esponenti di centrodestra, e soprattutto la richiesta di un confronto costante col territorio.

“Desideravo molto salutare non solo gli amici ma le istituzioni – ha affermato – e i rappresentanti delle forze economiche e del sindacato perchè mi sono sempre stati molto vicini in questi giorni e in questi anni di lavoro, volevo dare un segnale forte: sono diventata ministro anche perchè sono piacentina e perchè ho assorbito la concretezza e l’autenticità dei piacentini e sono completamente dentro a questa realtà. E poi ci tenevo ad ascoltare le evoluzioni di alcune questioni che riguardano le opere pubbliche e i trasporti e anche le problematiche”.

“Ho notato un grande apprezzamento sul metodo dell’ascolto, che ho proposto anche questa mattina al tavolo regionale a Bologna – ha proseguito – e ho incontrato tante persone che con affetto ed orgoglio mi hanno testimoniato la loro stima, anche da parte degli avversari politici sono arrivati stimoli molto importanti. E abbiamo che parlato del fatto che sono la prima donna a ricoprire questo ruolo e ho ricordato che lo farò da donna perchè credo che sia una diversità che rappresenta un vantaggio”.

Riguardo alle priorità per il territorio piacentino, il Ministro ha sottolineato: “C’è un tema trasporti che riguarda Piacenza e per questo discuterò con Ferrovie e Rfi e poi una serie di opere pubbliche già finanziate e che vanno sbloccate e che in parte devono essere poste al vaglio finanziario. Ci sono stati oggi anche spunti di politica nazionale legati alle piccole opere e alle aree interne e la montagna, coglierò questi spunti che possono essere inseriti nella legge di Bilancio da fare a breve”.

“Il piano delle piccole opere era già stato messo in campo dal mio predecessore – ha affermato – al quale riconosco questa sensibilità e che cercherò di potenziare e di rendere più veloce e fluido possibile, perchè l’effetto sulle economie territoriali molto forte”.

E sui ritardi dei progetti che riguardano la Statale 45 ha sostenuto: “Il tema della progettazione delle opere pubbliche è una questione nazionale e anche la statale 45 è dentro questa problematica, perchè i finanziamenti ci sono. Incontrerò Anas nei prossimi giorni per fare il punto della situazione”.

Tra gli argomenti sollevati dall’assessore regionale Paola Gazzolo quello dell’utilizzo dell’aeroporto di San Damiano come centro destinato all’addestramento dei vigili del fuoco: “Approfondirò certamente questa opportunità” – ha affermato Paola De Micheli.

La prima a intervenire è stato il sindaco di Piacenza e presidente della Provincia Patrizia Barbieri che ha elencato alcune delle azioni più importanti per il territorio: dal polo del ferro, alla manutenzione delle strade, per toccare anche il tema del ruolo delle Province da rilanciare e valorizzare dopo la riforma che le ha depontenziate.

La consigliere regionale Pd Katia Tarasconi ha sollevato il tema dei collegamenti ferroviari per i pendolari e del miglioramento del trasporto, mentre dal segretario provinciale della Cgil Gianluca Zilocchi ha posto il tema della legalità nei cantieri (anche quelli piacentini) e della sicurezza sul lavoro.

Patrizia Calza e Massimo Castelli hanno invocato attenzione per piccole opere e il primo cittadino di Rottofreno Raffaele Veneziani ha chiesto di portare avanti il progetto della bretella di collegamento tra la tangenziale e l’autostrada A21, da troppo tempo in un cassetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.