Un Malvasia da “Oscar”, la piacentina Chiara Azzali premiata ad Asti

La cantina Tenuta Pernice di Chiara Azzali, presidente della Sezione di Prodotto vitivinicola di Confagricoltura Piacenza, è stata premiata sabato 7 settembre ad Asti con l’Oscar alla 47a edizione del Concorso Enologico Nazionale “Premio Douja d’Or” per il suo “Colli Piacentini Malvasia Passito Doc 2017 “.

“Si tratta di un riconoscimento molto importante nel settore del vino – spiega Confagricoltura in una nota -. Il Concorso presenta una selezione di etichette di alto profilo, sia in termini qualitativi che di rappresentatività e partecipazione, ponendosi a livello nazionale come esempio virtuoso di valorizzazione e promozione della cultura enologica italiana”.

Le modalità di organizzazione e la severa selezione del concorso, affidate come sempre all’Onav (Organizzazione nazionale assaggiatori di vino), all’Ais Asti (Associazione italiana sommelier) e all’Aspi (Associazione della Sommellerie Professionale Italiana) prevedono il raggiungimento di un punteggio minimo in degustazione di 87 centesimi, il raggiungimento o il superamento dei 92 centesimi per l’aggiudicazione dell’Oscar Douja d’Or e una percentuale di premiazione finale mai superiore al 35% del totale.

Questa edizione del Concorso – prosegue la nota – ha inoltre voluto aprire anche ad altre figure professionali la possibilità di esprimere il proprio giudizio in sede di commissione, con l’obiettivo di offrire al pubblico prodotti sempre più fruibili, pensandoli ad esempio in abbinamento anche ai piatti, ed ha inserito in commissione per gli Oscar anche tre giornalisti di settore: Paolo Massobrio, curatore della guida IlGolosario; Gabriele Rosso, collaboratore di Slow Wine e Alessio Turazza, collaboratore del Gambero Rosso.

Questi i numeri: 786 i vini presentati in concorso per un totale di 288 aziende presenti, provenienti da tutte le regioni italiane; 268 i vini Doc, Docg e Igp premiati, rappresentativi di 164 aziende; 29 i vini meritevoli dell’Oscar Douja d’Or.

Sono 5 i vini premiati della regione Emilia-Romagna di cui tre piacentini – evidenzia poi Confagricoltura -. Oltre all’Oscar al Malvasia della Tenuta Pernice sono infatti stati premiati con la medaglia Douja d’Or l’Ortrugo dei Colli Piacentini Spumante Brut 2018 Millesimato Rico di Podere Gaiaschi e il Gutturnio Classico Riserva 2015 Antiquum di Campana. Confagricoltura Piacenza si complimenta con le aziende premiate per questo risultato importante che dà lustro a tanto impegno profuso in vigneto e in cantina e accende l’attenzione nazionale e non solo, sui i vini della nostra tradizione locale: Malvasia, Gutturnio e Ortrugo.

Il conferimento – si legge ancora nel comunicato – consentirà di porre in etichetta un richiamo al premio ricevuto e diverrà un veicolo di promozione anche all’estero. La Tenuta Pernice ha meritato più volte a partire dal 1994 la medaglia Douja d’Or, ma è la prima volta che si aggiudica l’Oscar, il cui simbolo è appunto la Douja: l’antico e panciuto boccale piemontese a cui è legato anche il nome della maschera settecentesca Gianduja”.

“Siamo particolarmente soddisfatti e orgogliosi – commentano Filippo Gasparini e Marco Casagrande, presidente e direttore di Confagricoltura Piacenza, che proprio pochi giorni fa hanno fatto visita alla Tenuta Pernice –. Ci congratuliamo con Chiara che conduce brillantemente quest’azienda a Borgonovo. Dalle persone del posto viene chiamata la “cantina delle donne” perché la madre l’ha costruita accorpando filare a filare e lei l’ha fatta crescere con spirito imprenditoriale condividendo con la mamma la passione per la viticoltura e la sua terra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.