A Gragnano i disegni dei giovani studenti per la Giornata Internazionale della Bambina foto

Si comincia ad acquisire la consapevolezza dei propri diritti e, in particolare, del diritto al rispetto della propria persona e degli altri fin dalla più tenera età. Per questo l’Amministrazione Comunale di Gragnano (Piacenza), insieme alle insegnanti della Scuola Primaria, ha voluto far riflettere i giovani sui diritti negati alle bambine in tanti Paesi del mondo.

Le riflessioni e i sogni dei ragazzi e delle ragazze delle classi Quinta G e Quinta H si sono tradotti in disegni che l’amministrazione Comunale, in occasione della Giornata Internazionale della Bambina istituita dall’Onu, ha esposto l’11 ottobre nell’atrio d’ingresso e lungo lo scalone del Municipio.

“Ringrazio la referente Docente Valentina Spelta e, suo tramite, le insegnanti convolte nel progetto – le parole del Sindaco Patrizia Calza -, la Giornata Mondiale della bambina è ancora troppo poco conosciuta. C’è ancora tanto da fare: spose bambine, violenza di genere, baby mamme, diritto allo studio negato sono realtà che vanno combattute. Sono necessari cambiamento culturale e politico e tanta consapevolezza. Per questo da anni, come Comune, aderiamo alle iniziative di Terre des Hommes esponendo sul Municipio lo striscione arancione della Fondazione che promuove la campagna di sensibilizzazione “In-difesa” per un paese a misura di bambine e ragazze allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.