Agente della Polizia Locale sventa il furto di una bicicletta al termine del Raduno degli Alpini

Era da poco terminata la sfilata degli Alpini coinvolti nel Raduno del 2° Raggruppamento Ana, domenica 20 ottobre intorno alle 13, quando l’agente della Polizia Locale in servizio di piantonamento presso il Municipio a Piacenza ha fermato, in vicolo da Cagnano, un uomo che armeggiava con fare sospetto vicino alla rastrelliera delle biciclette.

A segnalarne la presenza e l’atteggiamento circospetto, un cittadino che si è subito rivolto al Corpo di Guardia del Comune. Alla richiesta di spiegazioni da parte dell’agente, che lo aveva individuato mentre tentava di aprire con un martello il lucchetto della bicicletta, l’uomo – un piacentino residente in provincia – ha dichiarato che il mezzo apparteneva alla sua convivente e che stava cercando di forzare il catenaccio perché era stata smarrita la chiave.

A quel punto l’agente intervenuto ha deciso di eseguire ulteriori accertamenti, invitando l’uomo a seguirlo presso la sezione di Polizia Giudiziaria del Comando di Polizia Locale, dove è emerso che aveva precedenti specifici; al termine degli accertamenti si è proceduto alla denuncia all’Autorità Giudiziaria per il tentato furto della bicicletta, restituita alla legittima proprietaria che nel frattempo era stata rintracciata.

“Ringrazio l’agente per la tempestiva azione, effettuata con professionalità e senza arrecare alcun turbamento in un contesto affollato come la parte conclusiva del Raduno degli Alpini – sottolinea l’assessore alla Sicurezza Luca Zandonella –, a tutela di tutti i cittadini che hanno il diritto di lasciare i propri mezzi, con fiducia, in uno spazio pubblico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.