Della Latta ribalta la partita al 90′, il Piace sconfigge il Vicenza (2-1) COMMENTO – VIDEO

Sono i gol che arrivano dalla difesa a ribaltare nell’ultimo quarto d’ora una gara che per il Piacenza sembrava ormai compromessa.

Al Garilli contro il Vicenza sono Pergreffi e Della Latta a regalare ai biancorossi di casa tre punti davvero pesanti: sotto di un gol in avvio per un calcio di rigore apparso alquanto generoso, la squadra di Franzini ha condotto a lungo la partita, ma solo nel finale ha trovato i colpi vincenti con l’incornata di Pergreffi e la gran conclusione di Della Latta in pieno recupero che ha fatto esplodere il Garilli.

LA PARTITA – Diverse le novità nel 3-5-2 disegnato da Franzini: Paponi, acciaccato, parte dalla panchina sostituito da Cacia che compone il tandem offensivo con Sestu; a centrocampo insieme a Marotta e Corradi c’è il giovane Bolis, mentre sull’out di destra gioca El Kaouakibi al posto di Zappella. A difendere la porta Bertozzi, con Del Favero impegnato con l’Under 21. Nel Vicenza si accomoda in panchina il piacentino, ed ex di giornata insieme a Barlocco, Simone Guerra: in campo va Arma.

Il Piacenza parte bene, ma è il Vicenza a passare poco prima del 15’: Della Latta contrasta in area Barlocco, i due finiscono a terra e per l’arbitro è rigore tra le proteste dei biancorossi. Dal dischetto va Marotta che lascia Bertozzi immobile e porta in vantaggio i suoi. Il Piacenza prova a scuotersi dopo il colpo a freddo e il primo squillo arriva al 21’ con la fucilata di Sestu dall’interno dell’area che centra in pieno l’incrocio dei pali.

Il Piace spinge e Cacia prova a farsi vedere, ma pecca di imprecisione: prima al 26’ controlla male e spreca un buon assist di Corradi, poi al 32’ è bravo ad anticipare tutti di testa su un cross basso di Imperiale senza trovare la porta. Break del Vicenza al 39’, è Giacomelli a far partire una conclusione improvvisa che finisce di poco a lato. La squadra di Franzini ha il predominio in campo e gli avversari collezionano ammonizioni, ma come già accaduto diverse volte quest’anno ha il demerito di non concretizzare il gioco prodotto; i veneti chiudono così la prima frazione in vantaggio, andando anche vicini al raddoppio in pieno recupero con un’azione di contropiede.

Al rientro in campo nel Vicenza c’è Cinelli al posto di Zonta. Riprende subito il forcing del Piacenza e dopo tre minuti ci prova ancora Cacia: la sua rovesciata all’interno dell’area piccola finisce alta dopo un’azione caparbia di Della Latta. Gli ospiti sono schiacciati dietro, ma tutto sommato si difendono con ordine e quando riescono provano a farsi vedere in avanti, anche se Bertozzi rimarrà inoperoso. Allo scoccare dell’ora di gioco Franzini inserisce Cattaneo e Zappella per Corradi e El Kaouakibi; con il passare dei minuti la spinta dei suoi pare però perdere vigore ed ecco al 70’ un altro doppio cambio, con Nicco e Sylla che prendono il posto di Bolis e Imperiale per un Piacenza a trazione anteriore.

Subito Sylla si fa vedere anticipando tutti, anche il portiere in uscita, su calcio d’angolo, ma il suo colpo di testa finisce alto; è perfetto invece, un minuto dopo, lo stacco di Pergreffi, che svetta su un lancio di Sestu (ancora una volta tra i migliori) e beffa Grandi protagonista di un uscita tutt’altro che perfetta: 1-1 al ’73, pari meritato e partita riaperta. Sembra però a questo punto mancare il decisivo cambio di passo e nel finale il Vicenza torna a farsi vedere con più continuità in avanti; sono però ancora proteste all’86’ per un intervento su Sylla in area: l’arbitro lascia giocare, episodio molto dubbio.

E quando ormai la gara sembra ai titoli di coda, ecco la sponda di Marotta per la rasoiata da fuori area di Della Latta che si insacca alla destra di Grandi: 2-1 al 91’ e festa biancorossa al Garilli. Successo importantissimo per l’undici di Franzini che si rilancia: domenica prossima trasferta a domicilio della Vis Pesaro.

GLI HIGHLIGHTS

IL COMMENTO di Luigi Carini – Il Piacenza è davvero squadra imprevedibile, nel bene e nel male. Piacenza-Vicenza rinnova una sfida dai sapori antichi (storica ed epica rivalità con episodi polemici ed illeciti vari) e nuovi con la sconfitta del Padova in casa che da motivazioni particolari di alta classifica.

Franzini opera un turno over forse eccessivo. In panchina troviamo, oltre all’infortunato Paponi e l’ormai cronico Giandonato, anche i vari Zappella, Nicco e Cattaneo. Tatticamente le due squadre giocano un calcio piuttosto inconsueto basato sulla profondità e non sul gioco elaborato a centrocampo; così sono impegnate le difese anche se i due portieri non devono fare interventi decisivi. Il Piacenza vince perché ha cercato la vittoria con più insistenza e perché, ancora una volta, i cambi di Franzini sono stati decisivi, soprattutto gli arrivi di Cattaneo e di Sylla hanno dato più peso e pericolosità ad un attacco che Sestu generosamente sosteneva senza risultati concreti.

Come quasi sempre succede tra squadre che sostanzialmente si equivalgono sono gli episodi a decidere il risultato. Episodico il rigore concesso agli ospiti per un fallo comunque evitabile (ammesso che ci fosse) ed episodico anche il gol bellissimo di Della Latta in pieno recupero con una sciabolata dal limite quando la partita sembrava aver esaurito i suoi argomenti.

In definitiva il Piacenza conferma la solidità del suo impianto di gioco e l’importanza del suo bomber Paponi, la cui assenza si è fatta sentire. La squadra, comunque, è in salute anche se, ripetiamo, imprevedibile perché accanto ad incomprensibili amnesia alterna alterna sprazzi di buon calcio.

La classifica si arricchisce di tre punti molto preziosi e prepara il big match col Padova del 26 ottobre.

PIACENZA – VICENZA 2-1
Marotta al 15′ (R), Pergreffi al 73′, Della Latta al 90′

PIACENZA (3-5-2): Bertozzi; El Kaouakibi (16′ st Zappella), Milesi, Pergreffi; Della Latta, Corradi (16′ st Cattaneo), Marotta, Bolis (25′ st Sylla), Imperiale (25′ st Nicco); Sestu, Cacia. All. Franzini

A disposizione: Ansaldi, Riccardi, Giandonato, Borri, Paponi, Forte, Nannini.

VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Bruscagin, Padella, Cappelletti, Barlocco; Vandeputte (24′ st Emmanuello), Pontisso (13′ st Rigoni), Zonta (1′ st Cinelli); Giacomelli (24′ st Tronco); Arma (35′ st Bizzotto), A. Marotta. All. Di Carlo

A disposizione: Albertazzi, Scoppa, Liviero, Pasini, Guerra, Saraniti.

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona (Dicosta, Perrelli)

RETI: 14′ pt A. Marotta (V) rig.; 30′ st Pergreffi (P), 47′ st Della Latta (P)

NOTE: ammoniti Padella, Pontisso, Vandeputte (V)

Piacenza e Vicenza al Garilli

LA CRONACA

Finale al Garilli, Piacenza che riacciuffa la partita al 90′ con una grande e meritata vittoria.

Della Latta ribalta la partita al 90′, Piacenza passa in vantaggio. La palla al limite dell’area per Della Latta che con un micidiale rasoterra batte il portiere del Vicenza.

All’86’ vigorose proteste biancorosse per chiedere un rigore su Sylla trattenuto in area.

Finalmente arriva il pari con Pergreffi al 73′, l’azione parte da Sestu che lancia per il difensore, di testa anticipa l’uscita del portiere e insacca.

Al 72′ è proprio il senegalese a rendersi pericoloso su corner anticipando il porteiere Grandi ma la palla colpita di testa è alta sopra la traversa.

Dentro anche Sylla e Nicco per Imperiale e Bolis.

Al 60′ arrivano i primi cambi nel Piacenza: dentro Zappella per El Kaouakibi e Cattaneo per Corradi.

Ancora biancorossi in avanti con Corradi al 55′, dalla sinistra crossa in mezzo ma El Kaouakibi e Cacia non ci arrivano.

Al 48′ si fa vedere il Piacenza con Della Latta che entra in area, serve Cacia che tenta un’improbabile rovesciata.

Si riprende col secondo tempo.

Piaenza e Vicenza al Garilli

Finito il primo tempo al Garilli.

Due minuti di recupero.

Proteste biancorosse al Garilli per un presunto fallo di mano della difesa vicentina su cross di Sestu.

Al 43′ terzo giallo per i veneti, dopo Pontisso è la volta di Vandeputte.

La reazione dei biancorossi dopo lo svantaggio c’è stata, ma ancora una volta tante occasioni senza arrivare al gol.

Ancora vicini al pari, al 32′ Imperiale serve Cacia, che da pochi passi mette fuori di testa.

Preme il Piacenza, al 29′ su azione di corner, Milesi mette in mezzo la palla ma nessuno ne approfitta.

Vicenza rigore

Al 26′ ancora vicino al gol del pareggio il Piace, questa volta con Cacia solo davanti a Grandi sbaglia il controllo e poi mette fuori.

Al 22′ grande occasione per il Piacenza, Sestu colpisce l’incrocio dei pali dopo il cambio di gioco di Corradi.

I biancorossi provano a reagire, al 21′ si guadagnano una punizione dal limite.

Piacenza e Vicenza al Garilli

Al 15′ Marotta trasforma il rigore concesso al Vicenza, che passa in vantaggio al Garilli.

L’arbitro ha fischiato in penalty per i veneti dopo una fase di gioco concitata con la palla giunta in mezzo dove Della Latta ha contrastato l’ex biancorosso Barlocco in maniera fallosa.

Al 12′ bella iniziativa di Sestu sulla destra, cross in mezzo, da fuori area ci prova Marotta che calcia out.

Al 10′ cartellino giallo per Bruscagin, autore di un brutto fallo su Imperiale.

Si lotta a centrocampo nelle prima fasi della partita.

Prima iniziativa di Della Latta al 2′ sull’out destro, cross per Cacia che prova il tiro respinto.

Piacenza e Vicenza al Garilli

Partiti.

Squadre in campo.

Piacenza e Vicenza al Garilli
Piacenza e Vicenza al Garilli

Arbitra il Signor D’Ascanio della sezione di Ancona.

Nel Vicenza scendono in campo: Grandi; Bruscagin, Padella, Cappelletti, Barlocco; Vandeputte, Zonta, Pontisso; Giacomelli; Arma, Marotta.

La formazione ufficiale biancorossa vede in campo Cacia al posto di Paponi, che parte dalla panchina. Ci sono anche Corradi ed El Kaouakibi.

Partita di cartello quella tra Piacenza e Vicenza in scena al Garilli domenica alle 17 e 30, una sfida che manca dal 2010 allo stadio biancorosso.

I veneti sono secondi in classifica con 4 punti in più del Piacenza a quota 14. I biancorossi devono far dimenticare la prestazione non all’altezza di San Benedetto del Tronto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.