Ritrovato senza vita il fungaiolo scomparso in alta Val d’Aveto

AGGIORNAMENTO – È stato ritrovato questa mattina intorno alle 11 il corpo senza vita del cercatore di funghi di Ponte Dell’Olio (Piacenza), disperso in alta Val d’Aveto dal tardo pomeriggio di ieri.

L’uomo, Daniele Molinari di cinquantaquattro anni, si era addentrato nei boschi in località Passo della Fregarola, nel comune genovese di Rezzoaglio, non distante dal confine con la provincia di Piacenza. Le ricerche sono scattate nel tardo pomeriggio di domenica, quando l’uomo non ha fatto rientro alla propria abitazione.

Fungaiolo scomparso

Subito i tecnici del Soccorso Alpino del servizio regionale Ligure ed i colleghi della Stazione Monte Alfeo dell’Appennino Piacentino hanno iniziato a scandagliare i boschi, in condizioni di forte maltempo, insieme ai Carabinieri e Carabinieri Forestali, Vigili del Fuoco di Genova e Protezione Civile ligure con alcune unità cinofile, oltre ad alcuni amici dell’uomo che volontariamente hanno voluto aiutare i soccorritori.

Il ritrovamento purtroppo questa mattina, quando un gruppo di cercatori di funghi ha individuato il corpo senza vita dell’uomo ed ha avvertito le autorità. Subito sono giunte sul posto le squadre del Soccorso Alpino tra cui un medico, che non ha potuto fare altro constatare il decesso ed organizzare il recupero del corpo una volta ottenuto il nulla osta dall’autorità giudiziaria.

Forse una tragica caduta la causa della morte: l’uomo sarebbe stato trovato con una profonda ferita alla testa.

——–

Anche il Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna è alla ricerca di un uomo cinquantenne, residente in provincia di Piacenza, che dalla sera di domenica 20 ottobre risulta disperso in territorio ligure, in alta Val d’Aveto.

L’uomo si era addentrato nei boschi in località Passo della Fregarola, non distante dalla località di Cabanne, comune di Rezzoaglio, nella Città Metropolitana di Genova. I tecnici del Soccorso Alpino piacentino, Stazione Monte Alfeo, sono in azione dalla scorsa notte, affiancando i colleghi liguri, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e la Protezione Civile.

A complicare le operazioni di ricerca è il meteo, che con forti piogge e visibilità ridotta non agevola il compito di ricerca su un terreno particolarmente impervio.

(foto Soccorso Alpino)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.