Incontri letterari, cluedo e geocaching: una settimana di “Profondo Giallo” a Piacenza

Piacenza torna a “tingersi” di giallo (e di nero).

Dopo il successo dello scorso anno il festival noir “Profondo Giallo” arriva tra le strade della nostra città con un ricco palinsesto di eventi tra letteratura, intrattenimento, mostre, cinema e street food all’insegna del mistero e del terrore.

Come spiegato in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento, novità di quest’anno sarà infatti lo spazio dedicato al genere horror. “Oltre al giallo, considerato in tutte le sue sfumature, in questa edizione abbiamo aggiunto il colore nero dell’horror – ha commentato il direttore artistico della rassegna Gabriele Dadati -. Considerato che il momento “clou” del festival sarà nel weekend di Halloween, abbiamo deciso di inserire una serie di appuntamenti che, puntando su questo genere, potessero avere un potere attrattivo ancora più forte, soprattutto verso i giovani”.

“Cuore” del festival saranno quindi sabato 2 e domenica 3 novembre: il weekend – altra novità di questa seconda edizione – sarà però preceduto da una intera settimana (da venerdì 25 ottobre a venerdì 1 novembre) di eventi in diverse zone e locali della città. Una sorta di pre-festival, completamente gratuito, pensato per “dare la possibilità alle persone di partecipare a più appuntamenti e a noi organizzatori di goderceli di più” – ha evidenziato Paolo Menzani di Officine Gutenberg, cooperativa sociale e casa editrice che si è aggiudicata anche quest’anno l’organizzazione di “Profondo Giallo”.

“Si tratta di un’iniziativa un po’ fuori dalle righe, ma molto positiva per il territorio – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Jonathan Pamarenghi -, che permetterà di vivere la città a tutto tondo: obiettivo richiamare anche persone da fuori Piacenza”.

Come segnalato dagli organizzatori, tra gli ospiti d’eccezione di questa edizione di “Profondo Giallo”, Andrea Tarabbia, Premio Campiello 2019 con il suo romanzo “Madrigale senza suono”, che sarà a Piacenza lunedì 28 ottobre alla Biblioteca Passerini Landi; ma anche la scrittrice italo-statunitense Ben Pastor (già presente anche l’anno scorso) e Bruno Gambarotta, entrambi ospiti sabato 2 novembre a Palazzo Farnese.

Da segnare in agenda anche l’omaggio a Giorgio Faletti, con la partecipazione della vedova Roberta Bellesini e Luca Ussia, direttore editoriale di Baldini e Castoldi. Decisamente più originale il ricordo di Andrea Camilleri, altro grande scrittore recentemente scomparso: tra le vie della città andrà in scena un appassionante caccia al tesoro, sulle modalità del geocaching, famoso gioco diffuso in tutto il mondo, con in palio un cesto gastronomico con le eccellenze siciliane.

E poi le mostre, i film, il teatro, insieme ad altri due appuntamenti imperdibili che si ripetono sulla scia del successo dell’anno scorso: il “cluedo vivente”, gioco a squadre che si svolgerà per le vie del centro al fine di risolvere un misterioso delitto, e il contest letterario “Piacenza scrive horror”, aperto ai ragazzi delle superiori: i migliori racconti saranno pubblicati in un volume edito da Officine Gutenberg.

Presenti alla conferenza stampa di presentazione del festival anche gli altri rappresentanti delle realtà coinvolte nella kermesse: Barbara Belzini per i Cinemaniaci, Lorenzo Rai per Piacenza Music Pride, Sonia Galli e Sara Marenghi per le librerie Fahrenheit 451 e Bookbank, Anna Arzani per l’associazione Crisalidi.

Maggiori informazioni sul festival e sugli eventi sul sito: http://festivalprofondogiallo.it/

LOCANDINA “PROFONDO GIALLO”

LOCANDINA “PROFONDO GIALLO” (2)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.