Quantcast

“La giunta di Gossolengo si raddoppia lo stipendio”

“L’aumento di stipendio deciso dalla nuova Giunta costerà all’amministrazione comunale di Gossolengo il doppio rispetto alla Giunta precedente”.

Lo affermano in una nota gli esponenti della minoranza di “Insieme per Gossolengo”, che quantificano l’aggravio per le casse comunali di 60mila euro, il doppio rispetto al passato. “Nel consiglio comunale del 20 settembre 2019, Il sindaco ha risposto ad una interpellanza presentata da questo gruppo consiliare – spiega la nota – relativa alla delibera di Giunta n 115/2019 del 3 agosto scorso, in cui la Stessa Giunta prospettava un eventuale aumento degli emolumenti per gli Amministratori a partire dal 2020”.

“Sulla base della risposta fornita, è emerso che l’aumento vi sarà sicuramente e che comunque, secondo il Sindaco, risulterebbe essere una sorta di adeguamento normativo quasi obbligato solo per gli Assessori, mentre per lo stesso Sindaco non sarebbero previsti aumenti, concludendo, come dichiarato anche sulla stampa locale, che il nostro gruppo consiliare avrebbe generato una polemica pretestuosa, basata sul niente”.

“Purtroppo le cose non stanno così – proseguono -, anche se è comprensibile l’atteggiamento della maggioranza consiliare apparentemente teso a minimizzare una situazione piuttosto imbarazzante. Innanzitutto, gli aumenti di stipendio saranno previsti per tutti i componenti della Giunta, Sindaco compreso, a differenza di quanto dichiarato dallo stesso Balestrieri, ed inoltre è opportuno precisare che l’aumento degli emolumenti non è affatto dovuto a causa di un adeguamento alla norma a cui uniformarsi, altrimenti non si spiegherebbe perché la precedente Amministrazione non l’abbia fatto, e perché molti Comuni della Provincia, negli ultimi anni, abbiano ridotto i costi della politica proprio attraverso la diminuzione di stipendio degli Amministratori”.

“In realtà i componenti della Giunta appena insediati, a differenza di quanto vorrebbero far credere, constatate le cifre dei loro stipendi, hanno pensato bene di aumentarseli, e viste le loro argomentazioni sembrerebbero non avere il coraggio di dire realmente le cose come stanno. Sottolineiamo che la precedente Amministrazione non aveva mai discusso la questione stipendi probabilmente in virtù di un approccio nel governo della cosa pubblica diverso rispetto all’attuale maggioranza”.

“Addirittura – aggiungono ancora -, in risposta alla nostra interpellanza, è stato sottolineato che questo aumento avrebbe dovuto essere messo a bilancio in precedenza, come se fosse una mancanza della Giunta Ghillani non aver previsto un possibile aumento degli emolumenti per gli Amministratori. Inoltre, vista la tempistica della decisione a poco più di due mesi dal loro insediamento, ci viene spontaneo pensare che gli aumenti decisi fossero una priorità per la nuova Giunta, anche se ovviamente non sono uno dei problemi principali per il paese”.

“I numeri parlano chiaro – sottolinenao gli esponenti di minoranza -. L’Amministrazione Ghillani a livello di stipendi costava al Comune di Gossolengo circa 30.000 Euro all’anno. L’amministrazione Balestrieri dal 2020, costerà al Comune di Gossolengo circa 60.000 Euro all’anno, esattamente il doppio. Gli aumenti previsti variano a seconda della carica. Il Sindaco Balestrieri percepirà un aumento di circa il 15%, rispetto al Sindaco Ghillani, il vicesindaco e gli assessori invece avranno aumento di circa il 230% triplicando in sostanza quelli che sono gli stipendi percepiti dalla passata Giunta. (Es. alcuni Assessori per esempio passeranno da 2.100,00 Euro lordi/anno a 7.100,00 Euro lordi/anno)”.

“Questa è la sostanza dei numeri – concludono – e la matematica non è mai stata un opinione. Concludendo ricordiamo che durante la recente campagna elettorale, Balestrieri disse che la politica è tra le più alte forme di carità. Ogni altro commento è superfluo”.

La nota è firmata dai consiglieri: Silvia Arfini, Marta Boledi, Angelo Ghillani e Massimo Sartori

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.