Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Rotary

L’avvocato Giorgio Reggiani ospite alla conviviale del Rotary Cortemaggiore Pallavicino foto

Gruppo Piacentino

(distretto 2050)

IL BLOG

L’AVVOCATO GIORGIO REGGIANI OSPITE RELATORE DEL ROTARY CORTEMAGGIORE PALLAVICINO

Serata all’insegna del Diritto, lo scorso giovedì 17 ottobre, in occasione della conviviale del Rotary Club Cortemaggiore presso Villa Costanza a Pontenure.

Il RC Cortemaggiore Pallavicino ha avuto l’onore di ospitare, in qualità di relatore, il noto avvocato piacentino Giorgio “Dodo” Reggiani, già socio del Rotary Club Piacenza – Valli Nure e Trebbia. Il tema della serata era incentrato sugli istituti della “mediazione e negoziazione assistita quali mezzi per la conciliazione delle controversie”.

Il Past President Stefano Rancan ha presieduto la serata in vece del Presidente Gianluca Argellati, assente per impegni istituzionali, e dopo aver aperto la conviviale con l’onore alle bandiere e gli inni, ha salutato i numerosi ospiti della serata, fra i quali Laura Fiocchi, presidente Inner Wheel di Piacenza, il Rotaract Fiorenzuola con il presidente Riccardo Alfano e Guido Bosi, ed il pittore Renzo Fabbi.

Dopo le comunicazioni sulle attività correnti del Club, incentrate prevalentemente sull’importante evento del 24/26 ottobre, ovvero le giornate dedicate all’”End Polio Day” che vedranno coinvolti tutti i Club Rotary del mondo, Rancan ha ceduto la parola all’Avv. Reggiani per la sua relazione. L’Avv. Reggiani ha subito illustrato le ragioni che hanno spinto il legislatore ad introdurre e ad incoraggiare l’utilizzo, in anni recenti, di questi istituti giuridici: in particolare, cercare di risolvere le liti mediante un accordo privatistico tra le parti senza passare per il Tribunale.

I due istituti, anche se possono apparire molto simili tra di loro, in realtà si applicano in ipotesi ben diverse, ed in alcuni casi possono anche essere esperiti all’interno dello stesso contenzioso. La mediazione è un’attività svolta – appunto – da un mediatore, cioè un terzo “super partes”, volta a risolvere stragiudizialmente una controversia, favorendo il raggiungimento di un accordo amichevole tra le parti. Essa è obbligatoria in alcune specifiche materie (ad es. Condominio, Contratti assicurativi e bancari, Locazioni, Patti di famiglia…) indicate all’art. 5 co. 1-bis del d.lgs. n.28/2010; ma può anche essere facoltativa o volontaria, delegata o demandata, concordata o concorsuale.

La negoziazione assistita è stata invece introdotta nell’ordinamento dal D.l. 132/2014 e consiste in un accordo attraverso il quale le parti, assistite da uno o più avvocati, decidono di cooperare in buona fede e lealtà per addivenire in via amichevole alla risoluzione di una controversia. Anche qui, in alcuni casi è obbligatoria: risarcimento del danno da circolazione di veicoli e natanti; domanda di pagamento a qualsiasi titolo per somme fino a 50 mila euro, escluse le materie nelle quali è obbligatorio il tentativo di mediazione.

L’Avv. Reggiani si è soffermato su molti altri aspetti di questi istituti, sottolineandone gli elementi positivi e quelli che, per certi versi, li rendono di non sempre facile applicazione.  L’esposizione ricca di spunti dell’Avv. Reggiani ha riscosso un grande interesse nei partecipanti alla conviviale, chiusa dal tradizionale suono della campanella.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.