Maxi operazione anti droga dei carabinieri, 8 arresti e 9 denunciati

Maxi operazione anti droga dei carabinieri, 8 arresti e 9 persone denunciate.

E’ questo il bilancio dell’intervento disposto dalla Procura della Repubblica di Piacenza, alle prime ore del mattino di martedì, che ha visto impegnati circa 30 militari del Comando Provinciale di Piacenza. I militari hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare – 6 arresti, 2 domiciliari, un obbligo di firma – emessa dal G.I.P. del Tribunale di Piacenza nei confronti di 9 soggetti indagati per il reato di “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti continuato ed in concorso”.

L’attività d’indagine, condotta dalla Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Piacenza da Giugno 2018 a Febbraio 2019 e coordinata dalla Procura della Repubblica di Piacenza, trae origine da controlli eseguiti su alcune persone di nazionalità albanese, già note per precedenti vicissitudini giudiziarie, che – spiegano gli inquirenti – risultavano condurre uno stile di vita sproporzionato rispetto alle possibilità economiche derivanti da attività lecite.

Gli accertamenti preliminari culminavano con l’individuazione di due cittadini albanesi ed uno italiano, quest’ultimo intestatario di una carta prepagata sulla quale movimentavano consistenti somme di denaro, ritenute verosimilmente provento di attività illecita.

I successivi accertamenti hanno portato ad individuare un gruppo di cittadini italiani e albanesi che – viene sottolineato – controllava la quasi totalità del traffico di cocaina a Piacenza, sostanza che veniva ceduta con frequenza pressoché giornaliera ad assuntori anche di giovane età. L’attività di indagine ha poi permesso di identificare anche i loro “grossisti”, cittadini albanesi operanti nel milanese alcuni dei quali pluripregiudicati.

Il bilancio dell’intera operazione parla di quattro persone arrestate in flagranza di reato, altre 9 (di cui 7 straniere) denunciate in stato di liberà, oltre alla segnalazione di 25 assuntori di sostanze stupefacenti e al sequestro di circa 500 grammi di cocaina. “Un’attività – evidenziano dall’Arma – che ha permesso di definire la struttura, le posizioni di vertice ed i ruoli dei membri nell’ambito di un gruppo malavitoso ben organizzato, di ricostruirne le dinamiche ed il sistema con cui operava e gestiva lo spaccio, nonché di interrompere il flusso di cocaina diretto verso la “piazza” piacentina, fenomeno che aveva creato un forte allarme nel tessuto sociale del territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.