Raduno alpini, Piacenza si prepara alla carica dei 25 mila. Lupi “Esponete il tricolore”

Raduno alpini, Piacenza si prepara alla carica delle 25 mila persone, tra penne nere e i loro familiari, attesa per il 19 e 20 ottobre.

Un evento che ha visto impegnati, nelle varie fasi dell’organizzazione iniziata ormai un anno fa, complessivamente 150 volontari come spiega Roberto Lupi, presidente del gruppo alpini di Piacenza: “C’è molto entusiasmo, si tratta di un evento molto importante, storico per noi dopo l’adunata del 2013 che ha animato la città”.

Ricco il programma della due giorni, che unirà intrattenimento e orgoglio patriottico, con concerti e sfilate del Secondo Raggruppamento lungo il centro. Si inizia sabato 19 con l’ammassamento degli alpini in via Maculani alle 15 e la sfilata fino in piazza Cavalli, dove verrà deposta una corona al monumento dei Caduti. Alle 17 Santa Messa in Duomo, mentre alle 21, nel salone di palazzo Gotico, si terrà il concerto della Fanfara Brigata Alpina Taurinense. In piazza Cavalli, dalle 22 e 30 invece, concerto e carosello fanfare – piazza Cavalli per tutti.

Domenica 20 ottobre alle 9, nuova sfilata prima di salutare le penne nere: dall’arsenale si procederà lungo viale Malta, via Venturini  fino a piazza Cavalli, dove avverrà il passaggio della stecca e l’ammaina bandiera. Il “libera tutti” è atteso per le 13. Per consentire lo svolgimento della manifestazione sono state apportate modifiche alla viabilità, già dalla settimana in corso, ma i disagi assicura Lupi saranno limitati.

“Ai piacentini chiediamo di cogliere non solo l’aspetto festaiolo di questo evento – afferma – che vuole in realtà evidenziare i nostri valori: patria, solidarietà, comunione tra tutte persone. Quindi partecipate sì alla nostra festa, con la sfilata e i momenti di convivialità che ci saranno, ma non dimenticate di esporre alle vostre finestre il tricolore. Il raduno deve essere un’occasione per sottolineare il senso di appartenenza al nostro Paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.