Quantcast

Riqualificazione ex-Unicem, ok dalla Giunta alla nuova proposta “Quartiere più verde, sicuro e attrattivo”

Più informazioni su

Una proposta definita “innovativa” e “sicuramente più vantaggiosa per i cittadini ed il Comune rispetto alla precedente”, che consente la definizione di un “più organico assetto territoriale” riguardante l’area dell’ex stabilimento Unicem alla Baia del Re, ha trovato la condivisione della Giunta Barbieri che ha dato mandato agli uffici di avviare l’iter amministrativo e invitato la ditta Unical spa a presentare la variante al Piano Urbanistico Attuativo.

Un progetto che, nella sostanza, prevede una modifica della zonizzazione del comparto e della permuta delle aree tra il privato e il Comune di Piacenza che, oltre a confermare per l’Amministrazione “i vantaggi sia in termini urbanistici sia in termini economici già configurati con la precedente soluzione, garantisce la realizzazione di un intervento, definito in ragione dei nuovi accordi con il Comune di Piacenza, che consente di ricucire in modo organico la porzione nord del quartiere ex Unicem sia con il tessuto urbano consolidato sia con quello di recente formazione, anche con il ricorso a soluzioni innovative e virtuose in tema di sostenibilità ambientale”.

“La nuova proposta progettuale – spiega l’Assessore all’Urbanistica Erika Opizzi – prevede una significativa riduzione del carico urbanistico sull’area, dà continuità all’area verde lungo viale dei Tigli, che forma così un prezioso polmone verde, permette di risanare alcune zone che necessitano di un’importante rigenerazione e, non ultimo, prevede la realizzazione di un edificio riservato al terziario, perfettamente inserito nel contesto della zona ma destinato a significativamente incidere sullo skyline della stessa. Siamo contenti di avere, con la collaborazione degli uffici e del privato, gettato le fondamenta di un’ulteriore riqualificazione dell’area in questione all’insegna della sostenibilità ambientale, del decoro e della sicurezza”.

Nello specifico – spiega l’amministrazione -, la rimodulazione del progetto originario, che era stato presentato da Unical nel settembre del 2016, prevede che la stessa trasferisca al Comune di Piacenza la proprietà di un’area e dell’ex palazzina degli Uffici Unicem (mq 750) con annessa area pertinenziale (mq 595), ottenendo in permuta dallo stesso Comune le aree ricomprese nel comparto denominato Nord Ovest.

Sul terreno ottenuto dal Comune, la ditta Unical dovrà realizzare un’area destinata a verde pubblico secondo lo standard della zona, che permetterà ai cittadini di disporre di un’ampia fascia verde centrale lungo Viale dei Tigli che attraverserà l’intero comparto da Nord a Sud.

L’intervento, inoltre, permetterà di risanare una zona, quella a Sud prospicente a via del Cementificio, che è attualmente in stato di abbandono, con noti problemi di degrado e insicurezza per gli abitanti. Rimane confermata, come detto, l’acquisizione da parte del Comune dell’ex palazzina direzionale della ditta “Unicem”, una costruzione il cui primo piano venne realizzato negli anni ’20 e quello sopra nei primi anni ’30.

Sul comparto Nord-Ovest che otterrà in permuta, in fregio alla rotonda tra via Iacopo da Pecorara (Corso Europa) e via della Conciliazione, verrano realizzati da Unical gli interventi edificatori, che risultano ridotti del 20% rispetto alla superficie inizialmente prevista. Inoltre, proprio in fregio alla rotatoria, viene prevista la realizzazione di un complesso polifunzionale a destinazione terziario e commerciale di prossimità: un edificio a doppia torre e di immediata riconoscibilità, architettonicamente evoluto dal punto di vista della sostenibilità ambientale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.