Il Piace delude ancora, pari in bianco con la Feralpisalò IL COMMENTO foto

Coglie un punto il Piacenza sul campo della Feralpisalò, ma è l’unica cosa da salvare di una serata che ha messo in mostra tutte le difficoltà dei biancorossi di quest’ultimo periodo.

Una prova tutt’altro che convincente quella della squadra di Franzini, che fatica a costruire gioco e ancora una volta davanti è praticamente nulla. Non positiva la prova di Cacia, al pari di quella di Giandonato, lanciato dal tecnico dal primo minuto. Non che gli avversari abbiano fatto faville, ma la traversa di Caracciolo e alcuni ottimi interventi di Del Favero certificano che, almeno ai punti, i padroni di casa avrebbero meritato qualcosa in più.

LA PARTITA – Fuori causa Paponi e Corradi, Franzini sceglie Sylla come partner d’attacco di Cacia, con Sestu esterno in una mediana nella quale si rivede Giandonato, insieme a Marotta e Bolis. Dall’altra parte Sottili schiera Scarsella e Maiorino a supporto di Caracciolo.

Il primo tempo scivola via con ben poche emozioni. Si gioca su ritmi discreti, ma le due squadre faticano a costruire azioni pericolose. Nel Piacenza prova a darsi da fare Sylla, anche se quasi mai riceverà palloni degni di nota: al 15’ è Sestu a recapitare in area un bel cross per l’attaccante biancorosso che non trova però la porta. Il Piacenza soffre sui calci da fermo, e al 18’ Caracciolo di testa va molto vicino al vantaggio; Maiorino e Altobelli ci provano con conclusioni che si spengono sul fondo, poi al 36’ è la traversa a salvare Del Favero: Giandonato regala palla agli avversari, ne approfitta Caracciolo che fa partire un gran destro fermato solo dal legno.

La ripresa parte senza cambi e sono ancora i padroni di casa a dimostrare di essere più in palla, con Del Favero che diventa assoluto protagonista: al 52’ respinge l’insidiosa conclusione di Scarsella, al 60’ salva tutto su Caracciolo che da due passi aveva spinto verso la porta l’assist di Maiorino e due minuti dopo interviene in due tempi sulla bella conclusione di Maiorino. Abbastanza? No, perchè il numero uno biancorosso è chiamato al 71’ all’ennesimo salvataggio, questa volta di piede su Stanco, che favorito da un rimpallo in area non trova la stoccata vincente fallendo una clamorosa occasione.

Piacenza di fatto non pervenuto, fra i pochi a provarci è Sestu che dimostra di star bene e sforna una serie di traversoni interessanti senza che i compagni trovino uno spunto degno di nota. Superata l’ora di gioco, Franzini cambia e inserisce Cattaneo e Zappella per Giandonato e Cacia e, successivamente, Nicco per Sestu. I suoi con il passare dei minuti sembrano però spegnersi anche dal punto di vista fisico e il portiere di casa De Lucia non sarà mai impegnato. Dall’altra parte anche i padroni di casa perdono un po’ di mordente e la gara scivola senza più sussulti fino al triplice fischio.

Un punto che muove la classifica, ma davanti tutti corrono. Piacenza sicuramente da rivedere, sabato sera altro impegno decisamente complicato con la visita al Garilli del Padova, tornata al successo contro la Sambenedettese.

PUNTO GUADAGNATO, SITUAZIONE COMPLICATA – Il COMMENTO di Luigi CariniIl Piacenza può ritenersi soddisfatto del punto guadagnato a Salò. Non meritava di più, anzi…Purtroppo questa partita ha confermato che la cattiva prestazione di Pesaro non è stata casuale ma riflette una situazione difficile e complicata della squadra, che da quando ha perso Paponi non ha più saputo costruire manovre offensive da meritare di chiamarsi tali e l’ultima volta che è andata in gol (col Vicenza) l’ha fatto soltanto coi difensori. Tutto questo nonostante il notevole contributo fornito solitamente da Sestu e da Marotta, con l’appoggio di un Della Latta da cui arrivano, anche se in modo non continuo, preziosi rifornimenti.

Può l’assenza di un giocatore, anche se Paponi da solo fa reparto, giustificare partite intere senza produrre tiri in porta? Certamente no. Ed allora significa che esistono altri problemi che Franzini deve assolutamente risolvere prima che il gruppo delle migliori prenda definitivamente il largo. 
Senza il recupero di Paponi non vediamo convincenti soluzioni, perché Cacia non è in grado di fare la prima punta, Sylla, generoso e mobile finche si vuole, è ancora troppo grezzo nel palleggio e da Sestu non si può pretendere la copertura, la costruzione e la finalizzazione.
 Non ci piacciono neppure certi atteggiamenti di sufficienza con importanti perdite di palloni.

Questa volta è andata bene perché Del Favero ha messo la pezza in un paio di circostanze, mentre un’altra volta ha salvato la traversa e gli attaccanti locali si sono divorati un paio d’occasioni clamorose.
 Non crediamo neppure che sia questione di moduli di gioco. Franzini li ha provati tutti, ma il risultato è stato sempre lo stesso. Forse Della Latta davanti alla difesa darebbe maggior peso al centrocampo e sostanza nella riproposizione dell’azione.

Infine una considerazione sul rientro di Giandonato, il cui livello tecnico potrebbe risultare utile. Il ragazzo si è mosso in modo discreto, anche se è apparso un po’ arrugginito terminando anzitempo coi crampi.
 In definitiva la partita di sabato prossimo con la capolista Padova si preannuncia alquanto complicata, specie se non si dovesse recuperare Paponi, anche se il Piacenza di Franzini in passato ci ha abituati ad improvvisi e miracolosi recuperi.

FERALPISALO’ – PIACENZA 0-0

Feralpisalò: De Lucia; Eleuteri, Giani, Rinaldi, Contessa (23’st Mordini); Magnino, Carraro (12’st Pesce), Altobelli (23’st Guidetti); Scarsella; Maiorino (26’st Ceccarelli), Caracciolo (26’st Stanco). A disp.: Liverani, Travaglini, Altare, Bertoli, Mauri, Hergheligiu, Zambelli. All.: Sottili.

Piacenza: Del Favero; Pergreffi, Milesi, Della Latta; Imperiale, Marotta, Bolis, Giandonato (19’st Cattaneo), Sestu (34’ Nicco); Sylla, Cacia (19’st Zappella). A disp.: Bertozzi, Ansaldi, El Kaouakibi, Borri, Scotti, Forte, Nannini. All.: Franzini.

Arbitro: Sig. Vigile di Cosenza. 
Guardalinee: Montagnani di Salerno e Cortese di Palermo.

Ammoniti: Marotta (Piacenza), Magnino (Feralpisalò)

Angoli: 7-2

Recupero: 0‘ + 3’

I RISULTATI DELL’11^ GIORNATA

Cesena – Sudtirol 0-1

Gubbio – Imolese 1-1

Virtus Verona – Ravenna 3-0

Arzignano Valchiampo – Vicenza 0-1

Feralpisalò – Piacenza 0-0

Padova – Sambenedettese 2-0

Reggiana – Rimini 2-2

Fano – Vis Pesaro (giovedì, ore 20.45
)

Carpi – Modena
 (giovedì, ore 20.45
)

Fermana – Triestina
 (giovedì ore 20.45)

Classifica: Padova 25, Vicenza 24, Sudtirol 22, Reggiana 20, Carpi* 20, Virtus Verona 19, Sambenedettese 18, Piacenza 18, Feralpisalò 16, Ravenna 13, Triestina* 13, Modena* 11, Vis Pesaro* 11, Cesena 11, Fano* 10, Rimini 9, Fermana* 9, Arzignano Valchiampo 8, Gubbio 7, Imolese 6.

* una partita in meno

LA CRONACA

Triplice fischio: 0-0 tra Feralpisalò e Piacenza

93′ – Punizione dalla trequarti per la Feralpi, sfuma l’occasione

91′ – Diagonale di Pesce, deviato in calcio d’angolo, nulla di fatto sul corner seguente

90′ – Tre minuti di recupero

85′ – Ceccarelli di testa in area, palla alta

83′ – Sylla anticipa tutti su calcio d’angolo, ma il pallone finisce abbondantemente a lato

81′ – Della Latta va al tiro da distanza siderale, conclusione senza pretese

78′ – Nel Piacenza esce Sestu per Nicco

74′ – Girata di Marotta su cross di Cattaneo, palla fuori

71′ – Altra occasione sciupata dai padroni di casa: un rimpallo favorisce Stanco in area che calcia da ottima posizione: ma ancora una volta Del Favero è insuperabile e respinge di piede

70′ – Altri due cambi per la Feralpi: escono Maiorino e Caracciolo sostituiti da Ceccarelli e Stanco

67′ – Doppio cambio anche fra i padroni di casa: dentro Mordini e Guidetti per Contessa e Altobelli

64′ – Doppio cambio per Franzini: fuori Giandonato e Cacia, dentro Cattaneo e Zappella

62′ – Ancora Maiorino, rientra e va al tiro di destro: Del Favero para in due tempi

60′ – Altra grande occasione per la Feralpi, Maiorino mette in mezzo dalla sinistra, tocco ravvicinato di Caracciolo e Del Favero da terra respinge salvando la porta

57′ – Problemi per Carraro, al suo posto Pesce

55′ – Altro bel cross di Sestu a cercare Sylla, il controllo di petto in area non è perfetto e l’azione sfuma

52′ – Occasione Feralpi, Magnino serve in area Scarsella che calcia in porta: salva Del Favero

51′ – Contropiede pericoloso del Piacenza, ma Cacia sbaglia il tocco per Sestu e vanifica l’azione

49′ – Bel cross dalla destra di Eleuteri, non ci arriva Scarsella sul secondo palo

46′ – Va al tiro Cacia, conclusione completamente sballata

Via alla ripresa, non ci sono cambi fra i 22 in campo

45′ – Finisce senza recupero il primo tempo. 0-0 tra Feralpisalò e Piacenza: poche occasioni, con i padroni di casa che hanno sfiorato il vantaggio con la traversa centrata da Caracciolo

42′ – Bel cross di Sestu dalla destra che non trova compagni in area

36′ – Feralpisalò a un passo dal vantaggio; Giandonato regala un pallone agli avversari, ne approfitta Caracciolo che scaglia una botta verso la porta di Del Favero, salvato dalla traversa

33′ – Bella azione di Altobelli che va al tiro da fuori area ma non inquadra la porta. Meglio la Feralpisalò in questa fase

30′ – Altra punizione dalla trequarti per i padroni di casa, uscita incerta di Del Favero ma la palla termina a fondocampo

26′ – Azione in velocità della Feralpisalò, Maiorino prova il diagonale che si spegne a lato

23′ – Dopo un batti e ribatti la palla arriva sui piedi di Imperiale che va al tiro dal limite dell’area, pallone fuori

18′ – Grande occasione per i padroni di casa: una punizione dalla trequarti trova in area Caracciolo, colpo di testa a lato

15′ – Ci prova Sylla di testa, ma sul cross di Sestu l’attaccante biancorosso è contrastato e non trova la porta

11′ – Prima occasione per la Feralpisalò: bello l’inserimento di Scarsella in area che sfrutta una sponda di Caracciolo, ma il suo colpo di testa finisce alto

10′ – Primi dieci minuti di partita, si gioca su buoni ritmi ma ancora nessuna occasione

2′ – Ci prova Sylla sugli sviluppi di una punizione, ma la sua conclusione dall’interno dell’area è fuori misura

1′ – Via alla gara, palla al Piacenza. Si gioca in una bella serata, temperatura gradevole

Formazioni

FeralpiSalò: De Lucia, Eleuteri, Giani, Rinaldi, Contessa, Magnino, Carraro, Altobelli, Scarsella, Maiorino, Caracciolo. A disposizione: Liverani, Mordini, Travaglini, Ceccarelli, Altare, Pesce, Bertoli, Mauri, Libera, Guidetti, Stanco, Zambelli. All. Sottili

Piacenza: Del Favero, Della Latta, Milesi, Pergreffi, Sestu, Bolis, Giandonato, Marotta, Imperiale, Cacia, Sylla. A disposizione: Bertozzi, Ansaldi, El Kaouakibi, Borri, Nicco, Zappella, Cattaneo, Scotti, Forte, Nannini. All. Franzini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.