Tra cibo e natura, poker di eventi a Piacenza Expo nel weekend

Tra cibo e natura, poker di eventi a Piacenza Expo nel weekend.

Sono ben quattro le manifestazioni ospitate nei padiglioni dell’expo piacentina: Apimell october edition, Emilia.eat, Forestalia e Street Food Technology. Sabato 26 e domenica 27 ottobre verrà dato spazio a convegni per addetti al lavoro, per riflettere sulle condizioni dei nostri boschi, così come a degustazioni e competizioni all’insegna del food, come il premio per il pizzaiolo dell’anno così come il campionato italiano giovani macellai.

Accrediti omaggio ESAURITI

Collaborano alla manifestazione le associazioni di agricoltori del Piacentino, come Confagricoltura e Coldiretti.

LE INIZIATIVE DI CONFAGRICOLTURA – Confagricoltura Piacenza sarà presente a Emilia.Eat in programma questo weekend e accoglierà il pubblico in un’ampia area con show cooking, degustazioni di cibi e di vini per un percorso sensoriale che porterà a conoscere meglio le aziende associate.

Azienda Agrituristica Battibue, Boschi Celati, Arte Contadina: questi alcuni degli agriturismi di Agriturist Piacenza che troverete allo stand insieme a Civardi-Racemus e La Rondanina presenti in duplice veste di aziende sia agrituristiche che vitivinicole. Presenti anche il Gallettificio Val Tidone e l’azienda Vitivinicola Tenuta Pernice. Altre realtà associate a Confagricoltura Piacenza, come Cascina Pizzavacca di Pisaroni e l’azienda Raffaele Tammaro, produttrice locale di olio extravergine, esporranno le loro eccellenze. Molte leccornie come: giardiniere, salse di pomodoro, sott’oli, torte di patate e snack di mais saranno direttamente acquistabili.

Sabato pomeriggio i giovani di Confagricoltura associati ad Anga organizzeranno presso lo stand un aperitivo insieme, preparato con i vini della Tenuta Pernice a cui si affiancheranno gli stuzzichini di Battibue e de La Rondanina. Non mancherà il Grana Padano del caseificio Casa Nuova di Chiavenna Landi. Lo spazio Confagricoltura accoglierà aziende e associazioni: insieme ad Anga e Agriturist saranno presenti anche il patronato Enapa e il Caf di Confagricoltura. Tra uno stuzzichino e l’altro sarà dunque possibile chiedere gratuitamente informazioni su pratiche previdenziali come il bonus bebè, la domanda di pensione e adempimenti vari o semplicemente come entrare nel gruppo di Anga.

“Piacenza, nell’immaginario di molti un po’ chiusa, sta dimostrando non solo di avere grandi ricchezze, ma anche di saperle promuovere – commenta Filippo Gasparini presidente di Confagricoltura Piacenza -. Siamo contenti di essere parte attiva di questo progetto, che è un percorso di crescita del territorio portato avanti con il contributo di tutti e grazie a differenti eventi, come è anche questa fiera. L’agroalimentare piacentino, la nostra tradizione e anche la nostra competenza in questo settore sono una risorsa che merita di essere valorizzata sempre più”.

LE INIZIATIVE DI COLDIRETTI  – “La salvaguardia della montagna passa attraverso la gestione dei nostri boschi e il territorio piacentino ha forti potenzialità a livello produttivo. Lo sviluppo della filiera foresta-legno – se ben pianificato – può certamente rafforzare le funzioni del bosco ambientali, economiche e sociali”. Parole di Andrea Pompini, responsabile del settore forestale di Coldiretti Piacenza, che dalle 10 di sabato 26 ottobre sarà tra i relatori del convegno organizzato nell’ambito di “Apimell, Forestalia e Emilia.Eat” a Piacenza Expo, alla presenza di Gabriele Calliari, presidente di Federforeste. Il titolo dell’evento è “Meccanizzazione forestale nel nuovo millennio: progresso e strumenti di precisione per le imprese boschive italiane” e nello specifico si parlerà di manutenzione del territorio e imprese forestali, che nel Piacentino sono oltre 200. Da considerare che in Emilia Romagna negli ultimi due secoli le superfici boschive sono cresciute di quasi il 30%.

“Abbiamo un grosso potenziale legato alla multifunzionalità delle aziende in montagna e quindi la gestione dei boschi è un tema di interesse nel Piacentino, ma il settore – prosegue il responsabile di Coldiretti – richiede formazione e piani di sviluppo forestali mirati”. Da ricordare che Coldiretti Piacenza con le sue sedi territoriali – in particolare con quelle di Lugagnano, Bettola, Pianello e Bobbio – offre assistenza a coloro che desiderino intraprendere un’attività boschiva.

FESTA A TEMA: HALLOWEEN A KM ZERO – Nella mattinata di sabato Piacenza Expo ospiterà anche la festa a tema di Campagna Amica. Per un Halloween a km zero, Coldiretti Piacenza affronterà il tema delle peculiarità e degli utilizzi delle varie tipologie di zucche coltivate sul nostro territorio. Saranno organizzati laboratori – alla presenza di aziende di Campagna Amica – per intrattenere i bambini presenti e verranno offerte degustazioni a base di zucca.

L’azienda “Gusto Puro”, dedita alla produzione di zucche, meloni e angurie, farà ufficialmente ingresso nella rete “Piacenza terra di valori”, il marchio messo a disposizione da Coldiretti Piacenza, per promuovere e valorizzare il nostro territorio e le sue eccellenze. Informazioni su www.piacenzaterradivalori.com

AL VIA I CORSI CON LA TADINI – Il week-end a Piacenza Expo si distinguerà inoltre per la promozione dei prossimi corsi di Coldiretti Piacenza, quali la formazione – aggiornamento destinati agli operatori del settore alimentare per conseguire l’attestato da alimentarista e – in collaborazione con il centro Tadini – il corso per la vendita diretta dei prodotti agricoli (per entrambi informazioni e iscrizioni all’indirizzo e-mail cinzia.pastorelli@coldiretti.it entro il 31 ottobre).

MERCATO DEL MIELE: IL CONVEGNO – Infine Coldiretti Piacenza segnala a Piacenza Expo il convegno organizzato durante la mattinata di domenica (inizio alle 10) dalla Federazione apicoltori italiana in collaborazione con l’associazione degli Apicoltori piacentini, che sarà dedicato al mercato del miele.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.