Vicenda Sereni Orizzonti, Callori (FdI) “Tutelare lavoratori e ospiti”

Nota stampa

Un sistema “sofisticato di frode” in materia di spesa socio-sanitaria ai danni dei bilanci di Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana e Sicilia.

La vicenda della società assistenziale per anziani, minori e adolescenti, “Sereni orizzonti”, finisce al centro di un’interrogazione di Fabio Callori di Fratelli d’Italia. Il consigliere chiede alla Giunta “quali azioni intenda adottare al fine di tutelare i lavoratori, le vere vittime, insieme all’utenza, da una situazione che rischia di mettere in pericolo posti di lavoro e assistenza alle persone fragili”.

“La stampa nazionale e locale ha recentemente riportato la notizia degli arresti a carico del titolare fondatore di ‘Sereni orizzonti’- spiega Callori – società attiva nel settore dell’assistenza per anziani, autosufficienti e non, e nella gestione di comunità terapeutiche-riabilitative per minori e adolescenti, con sedi in tutto il territorio nazionale”. In Emilia-Romagna le strutture interessate, già oggetto di ispezioni e sopralluoghi, sono la Casa per Anziani di Strada Agazzana a Piacenza, la residenza “Emilio Fontanella” a San Nicolò e l’Istituto Longobucco a Calendasco, per un totale di circa 200 ospiti e 100 operatori.

La società, continua il consigliere, avrebbe percepito illecitamente contributi pubblici per oltre 10 milioni di euro, le sedi operative “per massimizzare i profitti d’impresa, avrebbero compresso al massimo il costo del personale di servizio, impiegato ed erogato prestazioni diverse per quantità e qualità rispetto agli standard normativamente e contrattualmente previsti, con il rischio di pregiudicare il benessere e la salute di anziani e minori”.

Così facendo, continua il consigliere, sarebbero state rendicontate anche maggiori ore di assistenza socio-sanitaria, considerando fra queste prestazioni anche quelle effettuate da personale privo delle necessarie qualifiche e utilizzato solo nei servizi di pulizia e di cucina. Per questo l’esponente di Fdi intende anche fare chiarezza sull’ammontare dei finanziamenti erogati alla società “suddiviso per struttura e per singoli anni sul territorio emiliano romagnolo, dalla costituzione a oggi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.