A scuola niente sprechi: a Carpaneto e Gropparello le “Good Food Bag” di Legambiente

Dalla collaborazione tra i Comuni di Carpaneto Piacentino e Gropparello, Legambiente ed Elior, leader in Italia nella ristorazione collettiva, è nata una nuova iniziativa che ha permesso a 210 alunni delle scuole primarie di Carpaneto Piacentino e di Gropparello di focalizzare l’attenzione sul cibo e sull’importanza del non spreco.

All’interno dei refettori delle scuole dell’infanzia e primarie, alla presenza dei Sindaci Andrea Arfani e Claudio Ghittoni e, per Carpaneto, dell’intera Giunta comunale, sono state infatti distribuite a tutti i bambini le “Good Food Bag”, piccole borse termiche anti-spreco realizzate per portare a casa il cibo integro non consumato durante la refezione scolastica, come pane e frutta non sbucciata. Le “Good Food Bag” di Legambiente sono inoltre adatte al contatto con gli alimenti, sono prodotte in Italia, lavabili, riutilizzabili e riciclabili nella plastica.

Il programma anti spreco rientra nel progetto multidisciplinare di Elior per le scuole: le attività sono realizzate con la collaborazione di professionisti del settore ed educatori alimentari, che comunicano ai più giovani il valore del cibo e le azioni concrete da intraprendere. Così facendo si contribuisce alla creazione di una cultura sostenibile e consapevole del cibo sia nei bambini che nei loro genitori, a stretto contatto con i piani di educazione alimentare che già vengono svolti nelle scuole.

La prevenzione degli sprechi alimentari dunque permette non solo di ridistribuire cibo a chi ne ha più bisogno, ma anche di combattere lo sperpero di risorse naturali preziose per il Pianeta. «Fin da piccoli è fondamentale imparare i principi cardine per una sana ed equilibrata alimentazione, così da prevenire modelli di comportamento errati da evitare in età adulta», sottolinea il Sindaco Andrea Arfani, presente.

L’assessore Paola Campopiano, insegnante presso la scuola secondaria di Carpaneto, aggiunge «Abbiamo scelto di sostenere con forza e aderire a questo progetto, perché crediamo sia importante sensibilizzare la comunità e i nostri alunni su una tematica così attuale e rilevante come quella dello spreco alimentare. Attraverso la distribuzione della Good Food Bag e scoprendo la sua funzione, i nostri bambini potranno così essere più consapevoli del valore del cibo e favorire lo sviluppo sempre più concreto di un mondo più green e sostenibile».

Le attività di Elior Ristorazione sono realizzate con la collaborazione dal referente Elior Giuseppe Gialloreti, del coordinatore del servizio Alex Detimo e dall’educatrice Annalisa Binati, coordinate da Claudia Saroni, Responsabile dell’educazione alimentare del Gruppo Elior. (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.