Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

Agrisystem, oltre 40 richieste per 26 posti. “Formazione scelta anche da aziende per i propri dipendenti”

Più informazioni su

Oltre 40 le richieste di iscrizione arrivate a Piacenza per la 14esima edizione del Dottorato per il sistema agroalimentare – Agrisystem, in partenza proprio il 18 novembre.

Sono 26 i posti a disposizione, di cui 4 senza borsa di studio, spiega il coordinatore della scuola e preside della facoltà di scienze agrarie Marco Trevisan. Tra questi 26, altri 4 rientrano in un percorso di dottorato industriale, il che significa che sono le stesse aziende – di cui una con sede in Africa – che supportano i costi di ricerca per i propri dipendenti. Del resto la matrice internazionale di Agrisystem è ormai consolidata: il 23% dei neo-dottorandi proviene da università estere, il 15% da altre università italiane e il 62% prosegue il percorso iniziato in Università Cattolica. Il Dottorato è riconosciuto dall’ANVUR (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) con la caratteristica di Dottorato Innovativo interdisciplinare.

Ad accogliere i nuovi studenti, oltre al prof. Marco Trevisan e della prof. Anna Maria Fellegara, preside della facoltà di Economia e Giurisprudenza, interverrà anche Franco Biasioli, Dipartimento di Food Quality and Nutrition dell’Edmund Mach Foundation di San Michele all’Adige, con una relazione preliminare. A rendere possibile l’erogazione di borse di studio oltre alla Fondazione di Piacenza e Vigevano anche altre realtà, tra cui università Cattolica, Commissione Europea, Fondazione Eugenio e Germana Parizzi, Miur, Pioneer, Regione Emilia Romagna, Terre d’Oltrepò. Il loro contributo è fondamentale nel sostenere gli studenti in un percorso impegnativo, lungo 3 anni.

Ma sono sacrifici che vengono ricambiati in ambito lavorativo. “Una volta ottenuto il PhD i nostri studenti trovano lavoro in multinazionali come Ferrero, o in organizzazioni internazionali come Fao o Efsa, oppure continuano la carriera accademica” – conclude Trevisan.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.