Biblioteche e scriptoria, una visita alla scoperta della Piacenza medioevale

Sabato 30 Novembre, il Museo Kronos, in collaborazione con CoolTour s.c., condurrà alla scoperta delle più antiche e prestigiose biblioteche e scriptoria esistenti nella città di Piacenza nell’epoca medioevale.

La visita guidata “Biblioteche e scriptoria” partirà dal cortile interno della chiesa di San Sisto, alle ore 15. In San Sisto infatti un tempo era collocato un celebre scriptorium, oggi purtroppo scomparso e collocato nell’area del monastero dove sorge anche l’Appartamento dell’abate, eccezionalmente accessibile per l’occasione. Raggiungibile attraverso una scala a chiocciola, offre la sorpresa di ambienti con vista sulla basilica meravigliosamente affrescati con vedute prospettiche, statue e medaglioni istoriati. Piacenza conserva inoltre una vera biblioteca di epoca umanistica all’interno del complesso ospedaliero di San Giuseppe, che sarà possibile visitare gratuitamente grazie alla collaborazione dell’Ausl di Piacenza.

L’itinerario proseguirà nella Basilica di San’Antonino, un tempo sede di scuola capitolare aperta anche ai laici e di una biblioteca e archivio tra i più antichi e prestigiosi della città. Ne sono dimostrazione i numerosi documenti e codici miniati conservati nell’archivio (non incluso nell’ambito del percorso). Il percorso terminerà infine in Cattedrale, l’altra potente e prestigiosa istituzione ecclesiastica della città. Nel patrimonio librario sono presenti infatti straordinari codici miniati tra cui il Libro del Maestro (Codice 65) dal XII secolo modello e tesoro per la liturgia e grande summa culturale secondo la concezione del Medioevo.

Il ritrovo sarà presso il cortile interno della chiesa di San Sisto entro le ore 14:45.  La prenotazione è obbligatoria, così come la cancellazione della stessa. Quota di partecipazione: 6 € intero; 4 € ridotto (dai 6 ai 14 anni e possessori biglietto Museo Kronos o Museo Collezione Mazzolini Bobbio). Informazioni e prenotazioni: 331 4606435 o cattedralepiacenza@gmail.com. L’evento fa parte di “Aspettando Natale ad Arte”, la formula che anticipa l’ormai consolidata rassegna “Natale ad Arte” in Cattedrale, quest’anno alla terza edizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.