Bonaccini in leggero vantaggio sulla Borgonzoni, ma pesano le scelte del M5s

Stefano Bonaccini in leggero vantaggio su Lucia Borgonzoni, ma c’è la variabile 5 Stelle. E’ il quadro che emerge da un sondaggio realizzato da Tecnè per la trasmissione di Rete 4 “Quarta Repubblica” sulle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna (si vota il 26 gennaio).

Il sondaggio prende in esame diversi scenari sulla base dell’alleanza o meno tra Pd e Movimento 5 Stelle. Nel primo primo caso Bonaccini (centrosinistra) è dato al 51%, con un vantaggio di 4 punti percentuali su Borgonzoni (centrodestra), che si fermerebbe al 47%; il quadro non cambierebbe di molto se i 5 Stelle decidessero di non presentarsi alla tornata elettorale, con un distacco di due punti tra i candidati (50% contro 48%).

Ben diversa invece la situazione nel caso i pentastellati scendessero in campo con un proprio candidato, accreditato, secondo sondaggio di Tecnè, del 7% dei voti: eventualità che riporterebbe decisamente in bilico l’intera partita mettendo in difficoltà Bonaccini che si ritroverebbe con un solo punto di vantaggio su Borgonzoni (46% contro 45%).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.