Quantcast

Borgo Mulino Lentino, in tanti per festeggiare i 10 anni della “Festa dei Mugnai”

Più informazioni su

Domenica 17 novembre a Borgo Mulino Lentino, nel comune Alta Val Tidone (Piacenza), l’ormai tradizionale ‘Festa dei Mugnai’ ha “spento” le 10 candeline, facendo registrare come sempre il pieno di visitatori e curiosi.

“E’ stata l’ennesima soddisfazione” – commentano gli organizzatori dell’associazione ‘La Strada dei Mulini’, che ha promosso per la giornata una serie di iniziative legate al mondo dei mugnai. Nel caratteristico borgo, oltre alle bancarelle di artigianato e di enogastronomia locale (miele, formaggi, farine), i presenti hanno potuto degustare il vino DOC direttamente dai produttori valtidonesi associati alla ‘Strada dei Mulini’, oltre ai salumi DOP, al Bataro’, che in quest’occasione può fregiarsi del marchio DeCO (DEnominazione Comunale d’Origine), dell’olio novello, della zuppa di ceci e della polenta.

L’AIAMS (Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici), in collaborazione con gli organizzatori, ha allestito un’interessante mostra sui Mulini Storici Italiani. Nel mulino, oltre alla mostra sui cereali antichi, era allestito il ‘Punto Cerealia’: durante l’intera giornata svariate persone, esperti e semplici appassionati, hanno scambiato informazioni sui cereali e sui metodi ed i macchinari per la loro produzione. Nel pomeriggio don Nicola ha impartito la consueta benedizione della ruota e dei prodotti del mugnaio; a seguire Daniele Razza, a nome dell’associazione ‘La Strada dei Mulini’, ha voluto ringraziare “i presenti e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, in particolare Fausto Borghi, presidente dell’associazione e proprietario, con la moglie Antonella, del Borgo Mulino Lentino”,  ricordando che la manifestazione si tiene in prossimità della ricorrenza di Santa Caterina d’Alessandria, patrona dei mugnai.

Successivamente Simona Traversone, assessore al comune Alta Val Tidone (che ha patrocinato l’evento insieme alla provincia di Piacenza) ha voluto ringraziare “Fausto Borghi per le tradizioni che emergono da manifestazioni come questa e che valorizzano il territorio”: a questo proposito, in quanto amministratore con delega al turismo, ha citato alcune delle ultime iniziative che sono nate e si stanno sviluppando, “come ad esempio il brand Valtidone (emerso durante il convegno dell’ultimo Valtidone Wine Fest organizzato dal comune Alta Val Tidone), alcuni pannelli turistici lungo il Sentiero del Tidone (in collaborazione con l’omonima associazione), il film documentario sul territorio locale, il progetto sul Turismo (che prevede la realizzazione di logo, brochure, portale) nell’ottica di attrarre turisti e investitori in Val Tidone”.

Al termine dell’intervento è avvenuta la consegna dell’attestato di riconoscimento ai maestri di macina: quest’anno è stato premiato il Molino Pellegrini di Varone di Riva del Garda (TN). L’attuale proprietario, il giovane Alberto Pellegrini, subentrato al padre (e al nonno) nel 2005 alla guida del molino, ha portato una testimonianza importante sulla situazione attuale del mondo dei mugnai: “Per svariate ragioni oggi esistono quasi ed unicamente realtà industriali – ha detto – a discapito di quelle medio\piccole a causa degli elevati costi di mantenimento delle attrezzature; dall’altra parte l’arte molitoria artigianale deve essere tramandata per poter essere salvaguardata e valorizzata”. Pellegrini, ha raccontato anche di come durante le varie visite che effettua a scolaresche ed avventori tragga “soddisfazione e meraviglia nel vedere negli occhi dei visitatori lo stupore dei segreti di un mestiere che per diversi secoli è stato fondamentale per la società”.

Dopo la premiazione effettuata dal vicepresidente dell’associazione organizzatrice Ferdinando Oppizzi, come da tradizione ha concluso il presidente Fausto Borghi che, commosso, ha ricordato i dieci anni della manifestazione, ed ha voluto ringraziare “tutti coloro che in ogni modo e forma hanno contribuito alla nascita e continua crescita di questo evento che chiude i tre appuntamenti dell’associazione tenutisi al Borgo Mulino Lentino nel 2019”.

Nella foto gli organizzatori, le autorità e il mugnaio premiato

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.