Busa Foodlab fa visita alla “cenerentola” Bedizzole. Zambelli “Sfida da non prendere sotto gamba”

Più informazioni su

Muro dopo muro. Il Busa Foodlab è ripartito dal centro nell’ultima sfida con Volley Stadium Mirandola: una sfida che ha scacciato i fantasmi della prestazione opaca di Rubiera e che ha visto protagoniste – oltre a capitan Scarabelli, top scorer della serata con 24 punti – le centrali Marina Cattaneo e Michela Zambelli.

Proprio Zambelli ha collezionato ben sei muri punto mostrando grande concentrazione in campo dal primo all’ultimo punto in una partita tutt’altro che scontata, soprattutto in un primo parziale che le biancoblu hanno saputo conquistare ai vantaggi.

«La gara di sabato scorso si è rivelata a tratti molto insidiosa e a tratti meno – spiega la centrale del Busa Foodlab -. Le avversarie ci hanno messo in difficoltà, soprattutto nella correlazione muro-difesa attaccandoci costantemente sulla diagonale stretta, tanto che abbiamo dovuto più volte cambiare tattica di gioco in corso d’opera. Siamo state molto brave a non lasciarci sopraffare mentalmente e a reagire anche nei momenti più critici, quando eravamo sotto anche di parecchi punti: il primo set ce lo siamo conquistate grazie a tanta determinazione e grinta, rosicchiando punto su punto senza mai mollare, andando così ad annullare un netto distacco che poteva far pensare alla perdita del parziale».

Per Zambelli la vittoria di sabato scorso è frutto non solo del grande lavoro in attacco ma anche di un’intesa crescente con la regia di Colombano e del grande lavoro in seconda linea. «Sono rimasta molto soddisfatta dalla mia prestazione personale sia a muro che in attacco, quest’ultimo facilitato da un ottimo smarcamento del muro avversario da parte dell’alzatore e anche dalla buonissima ricezione delle compagne. Insomma, è inutile negare che il gioco al centro riesce bene quando riesce bene anche tutto il resto: la soddisfazione maggiore che ho portato a casa è stata quindi quella di aver costruito con le compagne un buon gioco anche di fronte a una squadra insidiosa, con laterali che ci hanno messo in difficoltà in difesa. In ogni caso non credo di aver raggiunto già il massimo della forma: il campionato è ancora lunghissimo quindi il tempo per allenarsi e migliorare nei fondamentali c’è ancora tutto».

Sulla strada del Busa Foodlab si presentano ora le ragazze del Linea Saldature Bedizzole Volley. Una formazione piuttosto giovane che fa della forza del collettivo il punto di forza. Finora le prossime avversarie del Busa Foodlab hanno raccolto soltanto un punto nel 3-2 con Ceramsperetta Cusano Milanino: la posizione in classifica però non deve ingannare.

«Sabato prossimo ci aspetta lo scontro contro Bedizzole, al momento ultima in classifica – conclude Zambelli – Questo non significa affatto che sono una squadra da prendere sotto gamba: l’approccio alla sfida dovrà essere quello di partire molto cariche senza lasciare che facciano il loro gioco. Del resto siamo fuori casa, con il pubblico a loro favore, e in un campo che non conosciamo: dobbiamo aggredirle fin dall’inizio senza dar loro spazio per reagire».

Nicolò Premoli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.