Cerignale, strada chiusa per caduta massi. Allerta arancione per rischio piene e frane foto

Il servizio viabilità della provincia di Piacenza, impegnato nel monitoraggio delle strade provinciali a seguito delle abbondanti precipitazioni del weekend del 2-3 novembre, segnala la chiusura in via cautelativa di un tratto di strada lungo la sp 52 in località Rovereto di Cerignale per una caduta massi a ridosso di una casa, seppur non abitata.

Secondo quanto riportato, nella notte, infatti, sono intervenuti i Vigili del Fuoco per liberare la strada, e in accordo con il sindaco di Cerignale e stata disposta l’interdizione della circolazione. I collegamenti sono comunque garantiti ed è prevista la riapertura entro pochi giorni per un intervento programmato di disgaggio e pulizia.

Dal servizio viabilità non sono state rilevate al momento altri situazioni di criticità.

Caduta massi a Cerignale
Caduta massi a Cerignale

ALLERTA ARANCIONE DELLA PROTEZIONE CIVILECon validità dalle 12 del 3 novembre e per tutta la giornata del 4 novembre, la Protezione Civile Emilia Romagna ha emanato una nuova allerta di colore Arancione e Giallo su diverse aree del territorio regionale. Come si legge nel bollettino, durante la giornata di domenica 3 novembre e lunedì 4 novembre flussi sud-occidentali determineranno precipitazioni intense sul settore centro-occidentale, anche a carattere temporalesco in Appennino.

I fenomeni tenderanno a spostarsi verso est nel corso di domenica 3 con esaurimento nella notte tra domenica 3 e lunedì 4. Sono inoltre previsti venti forti sulle aree di crinale con vento medio stimato tra i 62-74 Km/h e con raffiche attorno 80/90 Km/h. Si segnala inoltre che sulle aree collinari limitrofe nella prima parte della giornata di lunedì 4, pur in presenza di vento medio inferiore ai valori di soglia per l’allertamento, saranno probabili frequenti raffiche di intensità attorno ai 70 km/h. Dal punto di vista idraulico, sono previsti innalzamenti dei livelli idrometrici con superamento della soglia 2 nel tratto montano, in particolare nel bacino del fiume Taro. Nel tratto di valle è prevista un’attenuazione dei livelli con superamento della soglia 1.

Nei dettagli l’allerta è Arancione per criticità idraulica ed idrogeologica (piene dei fiumi, frane e piene dei corsi minori) nella sottozona G – Bacini emiliani occidentali (province di Parma e Piacenza). L’Allerta Gialla per criticità idraulica è stata emessa nelle sottozone E (Bacini emiliani centrali) e H (Pianura e Bassa collina emiliana occidentale) nelle province di Piacenza, Parma, Modena e Reggio Emilia. Il Giallo per criticità idrogeologica è valido per la sottozona E. E’ allerta Gialla temporali nelle sottozone E, G ed H (bacini emiliani centrali, bacini emiliani occidentali, pianura e bassa collina emiliana occidentale).

L’Allerta Gialla per vento è in vigore nelle seguenti sottozone: A1 – Montagna Romagnola (FC-RN); A2 – Collina Romagnola (RA-FC-RN); B1 – Pianura Romagnola (RA-FC-RN); B2 – Costa Romagnola (RA-FC-RN); C1 – Montagna Emiliana Orientale (BO); C2 – Collina Emiliana Orientale (BO-RA). E’ Giallo per vento anche nella E1 – Montagna Emiliana Centrale (MO- RE -PR) e nella G1 – Montagna Emiliana Occidentale (PC-PR).

L’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, in stretto raccordo con Arpae E-R, seguirà l’evoluzione della situazione; si consiglia di consultare l’Allerta e gli scenari di riferimento sulla piattaforma web: https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.