Da tutto il mondo a Bobbio per il Concorso di Musica Sacra San Colombano

Dopo la vittoria come “Borgo dei Borghi” nel contest di Rai Tre della trasmissione Kilimangiaro, Bobbio continua ad accogliere i più importanti eventi culturali della provincia di Piacenza. Tra pochi giorni ospiterà la seconda edizione del Concorso Internazionale di Musica Sacra San Colombano.

Il Concorso è organizzato dall’Associazione DeA, donne e Arte in collaborazione e con il contributo del Comune di Bobbio e della Regione Emilia Romagna. L’intento del Concorso rimane sempre lo stesso: valorizzare i giovani talenti, far conoscere la bellezza del nostro territorio e non da ultimo di far avvicinare i cantanti e il pubblico alla Musica Sacra che annovera nel suo vasto repertorio veri e propri gioielli musicali.

Quest’anno il concorso vede la partecipazione di cori polifonici da tutta Italia e di giovani solisti provenienti da ogni parte del mondo. Presidente di giuria sarà Martino Faggiani, direttore del coro del Teatro Regio di Parma. Sotto la sua guida giudicheranno Maria Ernesta Scabini, contralto; Sergio Foresti, Baritono; Fabrizio Cassi, direttore del Teatro Petruzzelli di Bari; Camillo Mozzoni, docente di Oboe del Conservatorio Giuseppe Nicolini di Piacenza e Roberto Bulla, organista.

Dopo le fasi eliminatorie i solisti finalisti si esibiranno in un concerto aperto al pubblico, a cui seguirà la premiazione, la sera del 23 novembre alle ore 21 nella cripta della Basilica di San Colombano. Sempre nello stesso luogo, la sera del 24 novembre alle ore 21 si esibiranno in concerto i tre cori vincitori. I concerti sono ad ingresso gratuito.

L’Associazione Dea, donne e arte “ringrazia di cuore gli sponsor che hanno reso possibile con il loro contributo la realizzazione del Concorso: il Comune di Bobbio, la Diocesi di Piacenza e Bobbio, la Banca di Piacenza, l’Associazione Amici di San Colombano, Lyons Club Bobbio, Laura abbigliamento e Albergo Nobile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.