Dal 3 febbraio 2020, stop alla carta per diverse pratiche comunali. Accessibili solo on line

A partire dal 3 febbraio 2020, saranno accessibili e gestite esclusivamente on line numerose pratiche afferenti al Servizio Entrate del Comune di Piacenza, che riguardano molti privati cittadini, ordini professionali e categorie economiche:

– richieste (permanenti o temporanee) per l’occupazione di suolo pubblico, con le relative procedure di rinnovo, proroga, modifiche, successione o disdetta;

– permessi per l’installazione di impianti pubblicitari (cartelloni, targhe, insegne, striscioni);

– domande per l’apertura, la voltura dell’autorizzazione o la chiusura di passi carrabili.

Questo, in sintesi, il progetto Cosap on line, che nell’alveo del Piano Start City dell’Amministrazione comunale prevede l’abbandono definitivo, negli ambiti citati, di moduli e permessi cartacei, con una svolta digitale che sarà operativa tra qualche mese ma, sin d’ora, viene promossa per informare in modo capillare la collettività.

“Si tratta di una scelta che va in direzione di una crescente efficienza, immediatezza e sostenibilità – sottolinea il vice sindaco Elena Baio – grazie alla dematerializzazione delle pratiche e a quei processi di innovazione che possono determinare, nella quotidianità, benefici concreti per i cittadini e per quanti, professionalmente, seguono queste attività, dagli amministratori condominiali agli studi tecnici”. “Parliamo, complessivamente, di centinaia di procedure ogni anno – aggiunge l’assessore al Bilancio Paolo Passoni – per le quali non sarà più necessario recarsi fisicamente presso gli uffici ma basterà un click, con un reale risparmio di tempo per gli utenti e un’effettiva semplificazione della burocrazia”.

In qualsiasi momento, accedendo con le proprie credenziali Spid alla sezione del sito web comunale www.comune.piacenza.it/servizionline sarà possibile inviare nuove richieste e consultare lo stato di avanzamento di quelle già trasmesse per occupazioni di suolo pubblico permanenti e temporanee, passi carrabili e installazione di mezzi pubblicitari, con la sola eccezione dell’esecuzione di scavi, montaggio ponteggi, effettuazione di traslochi e allestimento di banchetti elettorali. Per prenotare la collocazione di banchetti in centro storico negli spazi compresi in un elenco definito dal Comune (es. sul Pubblico Passeggio, via XX Settembre, piazzetta San Francesco o portici Ina) occorrerà richiedere telefonicamente agli sportelli Quic (0523-492492) un codice di controllo da inserire nella domanda. Anche le relative autorizzazioni e comunicazioni da parte degli uffici comunali saranno inviate unicamente on line e il cittadino potrà consultare sul sistema informatico lo stato della pratica.

Le richieste possono essere presentate dal diretto interessato (persona fisica o giuridica) oppure da un delegato, ad esempio un tecnico professionista oppure un’associazione di categoria, a cui l’interessato conferisce una delega a presentare la domanda. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la pagina web www.comune.piacenza/cosap o rivolgersi al Servizio Entrate, telefonando allo 0523-492525 o scrivendo a info.entrate@comune.piacenza.it. L’Ufficio riceve su appuntamento.

I dati relativi ai 12 mesi tra ottobre 2018 e ottobre 2019 – Per quanto riguarda le richieste di occupazione di suolo pubblico, 75 domande (presentate da 42 realtà del terzo settore, tra Onlus e Fondazioni) sono relative all’allestimento di stand per attività di sensibilizzazione o iniziative di solidarietà. Altre 21 domande (presentate da altrettanti soggetti, di cui 20 titolari di partita Iva) sono inerenti alla collocazione di dehors; 30 domande (avanzate da 33 persone, di cui il 70% titolari di partita Iva) si riferiscono a occupazioni permanenti generiche, mentre la maggior parte delle richieste – 147, presentate da 119 cittadini (di cui il 75% con partita Iva) sono relative a occupazioni temporanee generiche.

Le richieste di installazione di mezzi pubblicitari sono 181, avanzate da 148 soggetti di cui il 76% detentori di partita Iva, mentre le domande riferite ai passi carrabili sono 79, presentate da 69 utenti (nel 36% dei casi, il richiedente – l’amministratore condominiale – è diverso dal beneficiario).

Essenziale l’acquisizione delle credenziali Spid – Spid è il sistema pubblico di identità digitale che consente, con username e password univoci, di accedere a numerosi servizi on line della Pubblica Amministrazione: dal Fascicolo sanitario elettronico ai portali di Agenzia delle Entrate, Inps e Inail. Dal sito del Comune di Piacenza è possibile gestire l’iscrizione alle mense scolastiche, i pagamenti di Imu e Tasi, nonché accedere allo sportello Sueap e ottenere certificati anagrafici. Dal 3 febbraio 2020, con la completa digitalizzazione delle pratiche Cosap, chiunque debba richiedere permessi, autorizzazioni relative a occupazioni di suolo pubblico, passi carrabili e mezzi pubblicitari dovrà, necessariamente, disporre delle credenziali Spid.

Come fare? Occorre registrarsi sul sito id.lepida.it e successivamente recarsi agli sportelli Quic di viale Beverora o Quinfo di piazzetta Pescheria per l’autenticazione. Per saperne di più: www.comune.piacenza.it/spid

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.