Dopo il primo ko, al PalaMagni Fiorenzuola aspetta Basket Bologna

Quella a Scandiano contro Basket 2000 Reggio Emilia è stata la prima battuta d’arresto per Pallacanestro Fiorenzuola 1972 di coach Gianluigi Galetti.

La bruciante sconfitta patita all’overtime per 84-82, figlia delle grandi prestazioni in casa reggiana da parte di capitan Germani (32 punti e 11 rimbalzi per lui) e di Sakalas (20 punti), ha fatto abbassare solo leggermente il volo dellle Bees fiorenzuolane. Capitan Sichel e compagni hanno potuto infatti constatare da un lato l’effettivo grande inizio di campionato con ben sette vittorie consecutive, dall’altro hanno notato il fatto che tutte le squadre del girone hanno alzato le antenne di fronte al prepotente inizio fiorenzuolano, disputando prestazioni al 110% di concentrazione contro la squadra del presidente Alberti.

Quella che attende Fiorenzuola è una prossima gara complicata sotto tutti i punti di vista. Al PalaMagni, domenica 24 novembre 2019 alle ore 18, arriva infatti una Bologna Basket 2016 che a detta di tutti gli addetti ai lavori è, assieme a Ferrara Basket 2018, una delle principali accreditate alla promozione in Serie B in questa stagione. I bolognesi di coach Lolli arrivano all’incontro in terra valdardese con il morale a mille, dopo il trentello rifilato alla malcapitata Virtus Spes Vis Imola nel bolognese (94-61), trascinati da giocatori di categoria superiore come Fin, Graziani e quel Fontecchio che annovera esperienza anche in Serie A2 ed è senza ombra di dubbio uno dei migliori ”lunghi” del girone, facendo tandem con Zhytaryuk o Aglio, altri giocatori di alto profilo.

Nelle fila di Bologna Basket milita anche Andrea Resca, ex della partita con una stagione alla corte di Simone Lottici in quell’allora Fiorenzuola (7,3 punti/partita) che riuscì ad arrivare tanto vicino alla promozione in Serie B di due stagioni fa, perdendo la finale contro Ozzano. La squadra di Lolli è stata brava nell’ultimo impegno ad alternare il proprio gioco a ritmo alto, sfruttando da un lato l’arma sotto le plance, dall’altra costruendo ben 28 tiri dall’arco con il 50% di percentuale di realizzazione. Numeri importanti, che tengono alta l’attenzione nello staff di Fiorenzuola Bees.

Dal canto proprio, Fiorenzuola, nonostante la prima sconfitta, non ha perso le proprie certezze costruite fin dal primo giorno di raduno, arrivando alla gara con il miglior attacco del campionato con 92,4 punti di media. La partita del PalaMagni si preannuncia estremamente complessa e per questo bella: la società gialloblu invita tutti gli appassionati ad accorrere in massa.

Dopo il primo ko, c’è tanta voglia di rialzarsi in una partita esaltante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.