Foti (FdI) ai ministri Lamorgese e Gualtieri “Pari dignità per i vigili del fuoco”

“Eliminare il divario di trattamento tra le remunerazioni dei Vigili del Fuoco e quelle degli altri Corpi dipendenti dal Ministero dell’Interno” lo scrive in un’interrogazione al Governo l’on. Tommaso Foti, deputato piacentino di Fratelli d’Italia, che sin dall’inizio della legislatura ha costantemente interessato le competenti sedi delle criticità riguardanti i Vigili del Fuoco di Piacenza.

“Le differenze di trattamento economico – ha rimarcato Foti – che hanno indotto il Conapo, sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco, alla mobilitazione in Piazza Montecitorio, non sono altrimenti tollerabili”.

Per il parlamentare del movimento politico di Giorgia Meloni infatti “il lavoro dei Vigili del Fuoco, che quotidianamente mettono a repentaglio la propria incolumità a salvaguardia dei cittadini ed al servizio dello Stato, merita pari dignità anche e soprattutto in riferimento al trattamento economico, con gli altri corpi”.

Nei giorni scorsi il Conapo, nel chiamare i propri iscritti alla piazza, ha infatti diffuso – così come certificato dai dati Istat – i pesanti numeri rispetto al divario di trattamento economico.

“Una remunerazione che in media è inferiore di circa 7000 euro all’anno – attacca Foti – corrisponde indicativamente al 20% in meno rispetto, ad esempio, a quella riservata alla Polizia di Stato”.

Il deputato di Fratelli d’Italia, che non ha mancato di manifestare la sua vicinanza fisica al Corpo dei Vigili del Fuoco recandosi a sua volta in Piazza Montecitorio, chiede infine ai Ministri Lamorgese e Gualtieri “se sia prevista, come più volte promesso, l’istituzione di un fondo economico dedicato alla eliminazione del divario di trattamento che colpisce i Vigili del Fuoco e, se si, con quale dotazione finanziaria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.