Il Gubbio non scaccia il dubbio, è solo in campo il problema?

LOGGIONE BIANCOROSSO 2019-2020 Puntata 6 (Piacenza-Gubbio)

loggione biancorosso

IL GUBBIO NON SCACCIA IL DUBBIO, MA IL PIACENZA LOTTA

La gara del Garilli in un 10 novembre piovoso vede il nostro Piacenza affrontare il pericolante Gubbio (ma in gran forma con due vittorie consecutive). Spalti semi deserti, tant’è che l’inno alternativo “Ci piace il Piace!” si sente meglio nonostante un impianto da rivedere assolutamente…

Franzini rispolvera Cacia data l’assenza di As7 Sestu (infortunato e forse esausto) e lo affianca al bomber Paponi. La gara denota subito un Piace volenteroso ma confusionario, il Gubbio viene bersagliato di tiri, tutti fuori di un niente o parati da un portiere eugubino davvero bravo, il signor Ravaglia. Poteva essere un 4-0 alla fine del primo tempo, ma così non è…Il pari sembra ancorare il Piace nell’ennesimo pareggio, nell’ennesimo pomeriggio deludente. Invece dopo l’espulsione del difensore Munoz del Gubbio, al minuto 83′, Corradi fin lì pasticcione (alla pari di Nicco) confeziona sulla testa di Daniele Paponi (9 reti finora) la palla che trafigge,finalmente, il portiere ospite. Da li contropiedi del Gubbio ma pericoli sventati…

Resta la vittoria, buona medicina per guarire ma…è solo in campo il problema?

IL BORSINO BIANCOROSSO:

TOP
Paponi, tanta roba. Ci potremmo limitare a queste tre parole ma vogliamo spenderne di più per un giocatore immenso e tremendamente efficace sottoporta. Non solo realizzatore e finalizzatore però: sa muoversi per la squadra in modo perfetto, aggredisce l’area come un vero bomber e di testa è veramente bravo. Da solo fa reparto. Super.

FLOP
Il clima allo stadio, e non ci riferiamo al meteo, è di una tristezza mortale. Poco pubblico, addirittura dai distinti se ci fossimo messi di impegno (ma non troppo) avremmo potuto in pochi minuti contare gli spettatori della tribuna uno ad uno. E’ veramente un dispiacere vedere che tutto l’entusiasmo che con grande fatica e risultati si era raggiunto l’anno scorso (con il TOP con l’Entella) piano piano si sta sgretolando di fatto facendo tornare indietro di anni il Garilli. Urge assolutamente una inversione di tendenza, deve tornare la voglia di andare allo stadio, a tutti. Anche ai vertici della società. Abbiamo voglia di calcio appassionante e appassionato.

Alla prossima, cuori biancorossi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.