Quantcast

“Essere agenti donatori significa sublimare il nostro essere al servizio dei cittadini” fotogallery

Un gesto vale più di mille parole, si dice. Così, per promuovere la cultura della donazione, il questore di Piacenza Pietro Ostuni e il comandante della Stradale, Angelo di Legge, insieme a tre allievi della Scuola Allievi Agenti hanno donato il proprio sangue all’ospedale civile cittadino.

Un gesto simbolico, appunto, ma prezioso che ha aperto la giornata Donatorinati, della Polizia di Stato Emilia Romagna protagonista alla scuola di Polizia di Piacenza con gli allievi del 208 corso. Non solo una giornata dedicata alla donazione, ma anche una tavola rotonda sul tema dal titolo “Donatori di vita”.

Al dibattito hanno partecipato il presidente nazionale Donatorinati Polizia di Stato Claudio Saltari, il presidente Donatorinati Emilia Romagna Prefetto Matteo Piantedosi, il Prefetto di Piacenza Maurizio Falco, il Questore Pietro Ostuni, i rappresentanti di Avis, Admo, Aido, associazioni impegnate nel campo della donazione del sangue e non solo. Durante il confronto spazio anche alla testimonianza del sostituto commissario Michele Mauro, non solo donatore di sangue, ma anche di midollo osseo.

“Ho voluto condividere con i colleghi più giovani la mia esperienza di uomo, poliziotto e donatore – ha detto Mauro -, per noi che già, con il nostro lavoro, ci mettiamo a disposizione dei cittadini, essere anche donatori significa poter essere ancora di più utili alla collettività”.

La giornata ha offerto lo spunto per promuovere non solo la donazione di sangue, ma anche quella di midollo osseo. Un gesto di solidarietà che può davvero salvare vite umane.

A spiegare l’attività svolta dal centro trapianti di Piacenza il dirigente medico Daniele Vallisa e da Angela Rossi, responsabile del laboratorio di immunogenetica.

“Il centro trapianti di Piacenza è una realtà altamente operativa – dice il dottor Vallisa -, al momento abbiamo effettuato oltre 500 trapianti di midollo. E’ importante promuovere la cultura della donazione, perché consente di aiutare pazienti affetti da patologie altrimenti non curabili”.

Proprio incentivare la donazione di midollo osseo è l’obiettivo della giornata, che ha coinvolto giovani agenti della scuola di polizia di Piacenza, ha detto il presidente nazionale di Donatori Rinati Claudio Saltari. “Essere agente donatore – ha detto – significa sublimare la nostra mission, il nostro essere al servizio del cittadino” .

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.