“Lotta alla violenza si vince sul piano della cultura”. Affisso lo striscione delle donne Cgil foto

Rappresenta un monito a chi, in città, transita in via XXIV Maggio.

Non solo: è una statistica, impietosa, e anche uno slogan che vuole ribadire come la parola “amore” non fa mai rima in nessun caso con “violenza”. Stiamo parlando dello striscione di quattro metri di lunghezza che lunedì 25 novembre il coordinamento donne Cgil di Piacenza ha issato sulla facciata della Camera del Lavoro. Una data non scelta a caso: lo striscione è stato infatti affisso in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

“Il significato di questa iniziativa sta nel voler ricordare in modo permanente e consapevole la gravità di questa tematica – spiega Stefania Pisaroni, delegata della Segreteria confederale alle politiche di genere e ai nuovi diritti -. Siamo di fronte a un aumento significativo di violenza sulle donne: casi di uomini, mariti, compagni mossi da un solo comune denominatore: il possesso. Questo porta a violenza, sopprusi e morte, tanta morte. Una donna morta ogni tre giorni, in Italia, dal 2012. Ognuno deve fare la propria parte”.

Pisaroni ricorda come “il senso dell’iniziativa è coinvolgere visivamente le centinaia di persone che ogni giorno entrano in Camera del lavoro, in particolare le donne, per dire loro che un patriarcato possessivo si sconfigge uscendo dalla solitudine, insieme, a partire dal piano culturale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.