Maltempo e strade, Barbieri scrive a Ministero e Regione: “4 milioni di danni, più risorse”

Con una nota, inviata venerdì 29 novembre, la Presidente della Provincia Patrizia Barbieri chiede l’interessamento del Presidente della Regione Emilia Romagna, del Capo Dipartimento della Protezione Civile e del Ministro delle infrastrutture Paola De Micheli rispetto al pesantissimo quadro di che si è delineato dalla prima ricognizione effettuata dalle strutture tecniche della Provincia di Piacenza, i cui danni ammontano ad oltre 4 milioni di euro.

Una stima, peraltro, che non può essere considerata definitiva a causa della continua evoluzione di alcuni dei fenomeni di dissesto. Un appello affinché vengano messe in campo celermente misure straordinarie.

“La Provincia di Piacenza – si legge nella lettera – fin dalle primissime ore di sabato 23 novembre, ha avviato interventi urgenti per far fronte alle situazioni di pericolo e di urgenza conseguenti ai danni provocati alle strade di propria competenza dalle abbondanti precipitazioni di questi ultimi giorni. Chiedo quindi il vostro interessamento diretto, affinché vengano garantite le risorse necessarie per superare l’emergenza e fronteggiare gli interventi necessari.”

“La grave situazione di emergenza della Provincia – ribadisce Patrizia Barbieri – peraltro diffusa in tutto il Paese e dovuta alle abbondanti precipitazioni di questi ultimi giorni, mette in evidenza il ruolo fondamentale delle Province e la necessità che esse siano poste in grado di esercitare la loro funzione di presidio del territorio. Ricostruire Enti efficienti e consentire a tutti gli enti locali, come ribadito da Michele De Pascale, di accedere al fondo per le progettazioni, ci permetterebbe di rafforzare gli uffici tecnici e la capacità di progettazione. Servono più risorse, umane e finanziarie, per la messa in sicurezza delle infrastrutture viarie per non agire sempre sull’emergenza.”

AGGIORNAMENTO SITUAZIONE VIABILITA’ (29 novembre) – L’emergenza maltempo ha determinato lo sviluppo di fenomeni franosi nonché fenomeni di ruscellamento che hanno provocato diverse criticità lungo le arterie che si sviluppano prevalentemente in ambito collinare – montano che, in alcuni casi, hanno imposto l’interruzione della circolazione lungo alcune arterie provinciali e, in altri, la parzializzazione della carreggiata stradale.

Il Servizio “Viabilità” della Provincia di Piacenza comunica l’aggiornamento delle strade di sua competenza interessate dall’emergenza maltempo.

Rimane interrotta la circolazione per i movimenti franosi che hanno coinvolto la sede stradale su:
• Strada Provinciale n. 654 R di Valnure al km 55+200, a monte della località Folli in comune di Ferriere;
• Strada provinciale n. 52 di Cariseto, tra Selva e Cariseto in Comune di Cerignale.

E’ stata invece ripristinata la circolazione, nel pomeriggio di mercoledì 27 novembre, lungo la Strada provinciale n. 68 di Bobbiano, poco oltre l’abitato di Travo, in anticipo rispetto alle previsioni. Si segnala inoltre un aggravamento della Strada provinciale n. 412R di val Tidone dovuto a un’evoluzione del dissesto franoso, per il quale si è reso necessario ridurre ulteriormente la carreggiata stradale.

Altre situazioni di criticità che però non comportano l’interruzione della circolazione riguardano:

• Strada provinciale n. 18 di Zerba, tra Vezimo e Pey;
• Strada provinciale n. 39 del Cerro;
• Strada provinciale n. 71 di Collerino, nei pressi del bivio per la località Olza;
• Strada provinciale n. 56 di Borla, loc. Comini;
• Strada provinciale n. 40 di Statto;
• Strada provinciale n. 57 di Aserei.

Continua il monitoraggio di tutte le strade provinciali a cura del servizio Viabilità della Provincia di Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.