Mostra “L’Ultimo Albero”, i segreti della carta in un incontro alla Galleria Alberoni

Più informazioni su

Un nuovo e originale appuntamento, dei numerosi previsti dal fitto calendario di iniziative della mostra “L’ultimo albero”, andrà in scena domenica prossima 1 dicembre alla Galleria Alberoni.

Si tratta di un’iniziativa particolarmente interessante, che permetterà di conoscere i segreti di un materiale prezioso e che deriva proprio dall’incontro virtuoso tra l’albero e le competenze tecniche dell’uomo: la carta. Alle ore 17.30 nella Sala Arazzi avrà infatti inizio la conversazione intitolata “Dall’albero alla carta”, a cura della restauratrice ed esperta della carta Lorena Tireni. La partecipazione è gratuita e costituisce un’occasione preziosa per tutti coloro che vogliono scoprire come nasce la carta, la sua invenzione, le varie tecniche di produzione fino alla nascita della carta moderna derivata appunto dal legno.

Al cospetto de “L’ultimo albero”, la pianta alta oltre 7 metri che porta alla sommità un nido, dipinta totalmente di bianco dall’artista Roma Bertuzzi, Lorena Tireni accompagnerà il pubblico alla scoperta delle poco conosciute procedure e tecniche che permettono di passare dal legno dell’albero al foglio di carta nelle sue differenti tipologie. La conversazione sarà preceduta, alle ore 16, da una visita guidata alla mostra “L’ultimo Albero”, al Collegio e alla Galleria, per l’occasione a ingresso ridottissimo (€. 3,50). In apertura sarà inoltre brevemente presentato il catalogo della mostra “L’ultimo albero”, fresco di stampa.

Come afferma Lorena Tireni, l’obiettivo dell’incontro è “illustrare le caratteristiche e i processi produttivi della carta nell’arco della storia, approfondendo in particolar modo la carta moderna”. “Quando parliamo di carta moderna – spiega Tireni – stiamo parlando di una carta ben precisa, ottenuta dal legno, che si ricollega in maniera inequivocabile ad un periodo storico ben definito che ha inizio con l’industrializzazione ed arriva fino ai giorni nostri”.

Lorena Tireni, titolare di Aurea Charta, laboratorio per la conservazione di disegni, opere grafiche su carta e materiale fotografico, è restauratrice di opere su carta con molti e importanti interventi all’attivo, nonché corsi conferenze e pubblicazioni. Per la Galleria Alberoni ha restaurato, nel 2018, in occasione della mostra Il secolo del rame, quattro significative e preziose incisioni raffiguranti gli affreschi delle ville medicee di Poggio a Caiano e della Petraia riprodotti da Carlo Bartolomeo Gregori e Giorgio Martino Presler, facenti parte del notevole patrimonio grafico del Collegio Alberoni.

Visita guidata alla mostra L’ultimo albero, al Collegio e alla Galleria Alberoni – Alle ore 16, prima della conversazione, si terrà la consueta visita guidata alla Biblioteca, all’appartamento del Cardinale (sarà visibile l’Ecce Homo di Antonello da Messina), ai tesori del patrimonio artistico e scientifico alberoniano e alla mostra L’ultimo albero. Il percorso, per l’occasione, prevede un ingresso ridottissimo di €. 3,50. La visita guidata mostrerà anche alcuni esempi di carta moderna del XIX secolo attraverso la presentazione al pubblico di alcuni pregevoli volumi dell’Ottocento facenti parte del Fondo alberoniano.

Presentazione del catalogo della mostra L’ultimo albero – Alle ore 17.30, in apertura della conversazione di Lorena Tireni, sarà anche brevemente presentato il catalogo della mostra L’ultimo albero, fresco di stampa. Un elegante volume che ripercorre, per parole e immagini, la mostra, diffusa in più sedi espositive, connotata dall’arte naturale di Romano Bertuzzi, trait d’union del complessivo percorso artistico culturale attraverso i segreti della natura, i cambiamenti climatici e le responsabilità dell’uomo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.