Quantcast

Murelli (Lega) “Commercianti hanno diritto alla pensione. Basta illusioni dal governo”

Più informazioni su

“I lavoratori esodati del commercio pretendono risposte celeri per vedere riconosciuto il proprio sacrosanto diritto di andare in pensione. La maggioranza giallofucsia continua a illudere questi lavoratori, senza risolvere il problema. Eppure la soluzione era stata tracciata, grazie alla Lega, dal precedente governo: proprio per indennizzare i commercianti, costretti a chiudere le proprie attività per crisi tra il 2017 e il 2018, abbiamo riattivato, con un nostro emendamento, il Fondo strutturale, che il Pd nel 2016 aveva cancellato”.

Lo scrive in una nota la deputata piacentina della Lega Elena Murelli. “Il problema è sorto da una circolare Inps a maggio di quest’anno – continua -, che ha vietato la richiesta di indennizzo a quegli esercenti costretti a chiudere la propria attività nel biennio 2017-2018 e che ancora non avevano raggiunto i contributi necessari alla pensione. Questi lavoratori si trovavano privi dell’indennizzo che spetterebbe loro, bloccati in un limbo senza le giuste tutele”.

“Grazie all’intervento della Lega – si legge ancora nel comunicato -, con mie specifiche interrogazioni e alla risposta del già sottosegretario Durigon, avevamo creato i presupposti per una soluzione di tipo strutturale, che andasse a correggere questa stortura, con una semplice e nuova circolare da parte dell’Inps. Il governo giallofucsia, anziché procedere in questa direzione, ha invece pensato bene di inserire un emendamento al Dl Imprese, che significa emanazione di decreti attuativi e quindi mesi di attesa”.

“Il rischio – conclude Murelli – è che questi impegni vengano disattesi e la questioni resti irrisolta: un’illusione pura e semplice sulla pelle di migliaia di commercianti che legittimamente pretendono il proprio indennizzo. Un pessimo segnale dalla maggioranza giallorossa Pd-Renzi-Cinque Stelle-Leu che si dimostra sprezzante delle esigenze dei cittadini e delle imprese, distante dal mondo reale e ben attaccata alle poltrone. In Umbria i cittadini hanno detto chiaramente cosa pensano di questo governo abusivo dell’inciucio: ora sarà la volta dell’Emilia Romagna dare la spallata decisiva”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.