No allo “spezzatino” per Selta, passa alla Camera l’ordine del giorno di Foti

“Il Governo solleciti l’assunzione degli atti necessari, con la urgenza che il caso richiede, così che sia autorizzata l’esecuzione del programma disposto dai commissari giudiziali”.

E’ questo l’impegno che la Sottosegretaria Alessia Morani ha assunto nell’accogliere l’ordine del giorno, riguardante la situazione di Selta, proposto dal deputato piacentino Tommaso Foti, nel corso dell’approvazione del decreto legge riguardante le crisi aziendali. Foti, da subito, non appena si è manifestata la crisi dell’azienda di Cadeo, ha tenuto alta a livello parlamentare l’attenzione del Governo, sia con interrogazioni che con atti di indirizzo.

Proprio in relazione a detta attività, la Sottosegretaria Morani ha rilevato che “in data 7 agosto i Commissari Straordinari hanno depositato il programma della procedura, redatto secondo l’indirizzo della cessione dei complessi aziendali. I Commissari hanno riscontrato punti deboli nella situazione di immobilità, che ha causato perdite di mercato. Per contro gli stessi Commissari hanno sottolineato che le professionalità presenti in azienda sono un importante asset da valorizzare e sono fiduciosi sulla ripresa aziendale”.

Proprio per dette ragioni il deputato di Fratelli d’Italia sostiene che “se gli stessi Commissari scrivono a chiare lettere che la dilazione dei tempi aggrava la situazione di crisi dell’azienda, è necessario di certo agire senza indugi, ma senza dare corso a ipotizzate parziali cessioni delle attività aziendali che segnerebbero la fine di Selta”.

Nella seduta della Camera di giovedì, quindi, è andata a segno la nuova iniziativa parlamentare di Foti che, grazie all’approvazione dell’ordine del giorno, ha ottenuto l’impegno del Governo alla accelerazione delle procedure in corso e al mantenimento di un elevato livello di attenzione sulla vicenda che interessa Selta da parte del Ministero dello Sviluppo Economico. Foti, tuttavia, non esulta: “Questo passaggio parlamentare – spiega Foti – rappresenta certamente un passo in avanti nel tentativo di addivenire ad una soluzione dei problemi che hanno investito la Selta S.p.A..

Auspico tuttavia con forza che le istituzioni facciano la loro parte con celerità e che, al centro delle attenzioni delle stesse, vi siano sempre al primo posto i lavoratori. Per loro Fratelli d’Italia c’è e sarà sempre in prima linea”. (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.