“Non c’è più tempo”, Luca Mercalli ospite della Galleria Alberoni

Entra nel vivo il programma della mostra “L’ultimo albero”, organizzata dalla Galleria Alberoni di Piacenza, con uno degli appuntamenti più attesi della rassegna.

Arriva infatti alla Galleria Alberoni Luca Mercalli, meteorologo, volto noto della televisione e uno dei massimi esperti italiani del clima che cambia, tema che lo vede da anni impegnato nel segnalare i gravi rischi che corre il nostro pianeta e nel suggerire scelte di sostenibilità ambientale, praticandole in prima persona. Mercalli sarà alla Galleria Alberoni mercoledì 20 novembre 2019, alle ore 21, al cospetto dell’Ultimo albero di Romano Bertuzzi, con una conversazione intitolata Non c’è più tempo. L’incontro è a partecipazione gratuita e aperto a tutta la città.

Luca Mercalli (Torino, 1966) presiede la Società Meteorologica Italiana, ha fondato e dirige la rivista “Nimbus”, ha pubblicato lavori scientifici e migliaia di articoli divulgativi su La Repubblica, La Stampa, Il Fatto quotidiano, Donna Moderna e Gardenia. Dal 2003 al 2014 ha partecipato a Che tempo che fa (Rai3), e poi Tg Montagne (Rai 2), Scala Mercalli (Rai 3) e Pillole di Mercalli (Rainews24). Ha spiegato la crisi climatica ed energetica in oltre 1900 conferenze; insegna sostenibilità ambientale all’Università di Torino (SSST) e all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, e la pratica in prima persona.

Tra i suoli libri: Filosofia delle nuvole (Rizzoli 2008), Che tempo che farà (Rizzoli 2009), Viaggi nel tempo che fa (Einaudi 2010), Prepariamoci (Chiarelettere 2011), Clima bene comune (Bruno Mondadori 2013), Il mio orto tra cielo e terra (Aboca 2016), Uffa che caldo! (Electa Galimard 2018), Non c’è più tempo (Einaudi, 2018), Il clima che cambia (BUR Rizzoli, 2019).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.