Nuova Peugeot 208, una compatta che non passa inosservata. Il test drive foto

Primo contatto con la nuova Peugeot 208. Estetica rivoluzionata per la compatta francese, che vanta uno stile decisamente a passo coi tempi, prende in mano il testimone della sua ava 205 del 1983. Un’eredità importante la sua, sono state infatti decine di milioni gli esemplari venduti in tutto il mondo delle versioni a lei antecedenti.

Nuova Peugeot di Ponginibbi

La Redazione Motori di PiacenzaSera, grazie al Concessionario Ponginibbi in via Vittime di Rio Boffalora, ha avuto la possibilità effettuare un test drive con la versione a benzina 1.2 PureTech GT Line, motore a tre cilindri che eroga 131 cavalli abbinato ad un cambio automatico a 8 rapporti molto fluido (disponibile anche la versione manuale), in grado di far toccare alla piccola Peugeot gli 0-100 km/h in poco in meno di 9 secondi. Niente male, se si pensa che i consumi sono decisamente contenuti, oltre 20 i chilometri che riesce a percorrere, in media (su strade extra urbane), con un litro di benzina senza però premere troppo sull’acceleratore.

A prima vista emerge la linea tutta nuova della Peugeot 208: sguardo aggressivo, ampi fanali anteriori a led, lunghi baffi (fari diurni, anch’essi a led) che si spingono in senso quasi perpendicolare sino a una manciata di centimetri dallo spoiler anteriore. La calandra, che è stata oggetto di profondo restyling – è stata ampliata, e al suo interno è stata inserita una griglia cromata – permette un maggiore flusso d’aria all’interno del vano motore. Il gruppo ottico posteriore è quello di nuova concezione della casa automobilistica francese del leone, ispirata a quella della concept e-Legend: tre “artigli” a tecnologia led. Non passa inosservato il doppio terminale di scarico cromato, così come i cerchi in lega da 17’’ diamantati.

Nuova Peugeot di Ponginibbi

Un restyling “dimagrante”. La nuova Peugeot 208 ha un pianale tutto nuovo, pur “crescendo” di una decina di centimetri e sebbene sia diminuita di tre centimetri in altezza, ha perso una trentina di chilogrammi rispetto alla sua versione precedente. L’abitacolo è ricco di tecnologia: l’ampio schermo touchscreen da 7 pollici – leggermente angolato verso il guidatore, che non svolge solamente la funzione di navigatore ma permette di interagire con il sistema multimediale nonché di assolvere al compito di essere telecamera posteriore per facilitare i parcheggi – è affiancato dal rivoluzionario cruscotto (sopra il volante) costituito da uno schermo da oltre 10 pollici con grafica 3D e il tasto engine start&stop con cui avviare e spegnere l’auto, tenendo comodamente in tasca o in borsa la chiave elettronica.

Una volta preso posto al suo interno, si nota subito la forma quasi esagonale del piccolo e sportivissimo volante multifunzione, rifinito in pelle. Ci si deve abituare un attimo a far conto con le tante informazioni che, secondo le proprie esigenze, vengono riprodotte sul cruscotto, il quale non ha nulla da invidiare a quello delle auto di segmento superiore, così come le finiture della plancia e i materiali risultano decisamente curati per essere un’utilitaria.

Concessionario Ponginibbi

Tenendo premuto il pedale del freno (cambio automatico) e schiacciando il tasto di avviamento si accende il motore, che appare decisamente silenzioso, quasi impercettibile il rumore con finestrini e portiere chiuse. Innestiamo la retromarcia e immediatamente si attivano i sensori di parcheggio e di concerto anche la telecamera posteriore, con lo schermo che, evidenziando gli angoli di sterzata, non fa temere il rischio di urtare eventuali veicoli, marciapiedi o altri ostacoli. Scarsa, invece, la visibilità dal lunotto posteriore. Gli spazi sono ben proporzionati, anzitutto grazie alle 5 porte e, poi, con il divano posteriore che può ospitare comodamente due persone (omologato per 3 passeggeri) che, anche su lunghe percorrenze, non accuseranno problemi di spazio per le gambe.

Nelle strade cittadine è agile e scattante e attivando la modalità “Eco” si possono ridurre ulteriormente i consumi di carburante sacrificando qualche cavallo. Fuori città, su strade dritte, consigliata la modalità “Normal” che permette una guida rilassata, ma all’occorrenza brillante. Le sospensioni sono morbide e attenuano le imperfezioni della strada, eppure nelle doppie curve l’auto non da segni di volersi “imbarcare”, rimanendo saldamente ancorata all’asfalto. Se si vuole una godere di una guida più aggressiva e divertente basta attivare la modalità “Sport”, ecco che il sound cambia radicalmente quando si apre il gas, le sospensioni diventano un po’ più rigide e la risposta del volante è più diretta per affrontare meglio eventuali curve e tornanti. Un’auto in grado di abbattere il muro dei 200 km/h, ma rigorosamente solo in pista.

Tanta la tecnologia di ultima generazione a vantaggio della sicurezza, sia attiva che passiva. Oltre agli airbag, meritano di essere citate: la frenata automatica d’emergenza, i sensori che avvisano in caso di superamento involontario delle linee di mezzeria e quella del margine stradale, il sensore che legge i cartelli relativi ai limiti di velocità e quello che monitora la stanchezza del guidatore, fino al cruise control attivo, che modera la velocità dell’auto in funzione del veicolo che precede, arrivando sino ad arrestare il veicolo in caso di frenate improvvise o code, e mantiene costantemente un’opportuna distanza di sicurezza.

Già in vendita le motorizzazioni a benzina (da 1300 centimetri cubi, con potenze di 75, 101 e 131 cavalli) e quelle a gasolio (da 1500 centimetri cubi, con potenza di 101 cavalli). Prezzi a partire da circa 15mila euro. In arrivo nei primi mesi del 2020 (ma già prenotabile) la versione full electric con tecnologia plug-in da 136 cavalli e 260 Nm di coppia, capace di toccare gli 0-100 km/h in 8 secondi secchi nonostante i 1.455 chilogrammi di peso, con il pacco batteria dislocato lungo tutto il pianale, gli ingegneri in tal modo non hanno sottratto prezioso spazio al baule da oltre 300 litri. Si chiamerà e-208, sarà disponibile in 4 versioni (Active, Allure, GT Line, GT), e promette di avere un’autonomia di 340 chilometri, con tempi di ricarica completa in 16 ore tramite presa di ricarica domestica, invece si abbatte il muro delle 5 ore grazie ad una wall box e utilizzando le colonnine di ricarica (da 100 KW) si dovrebbe riuscire a rigenerare dell’80% la batteria in una mezz’oretta. Prezzi a partire da circa 34mila euro.

Per maggiori informazioni rivolgersi al Concessionario Peugeot Ponginibbi Group, via Vittime di Rio Boffalora n°25, telefono 345-5594182.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.