Palazzo ex Enel “spacchettato”. Inaugurazione il 18 gennaio

Palazzo Ex Enel “spacchettato”. Il prestigioso immobile in via Santa Franca, di proprietà della Fondazione di Piacenza e Vigevano, è oramai libero dalle impalcature che ne impedivano la vista.

E’ da oltre un anno che sono infatti iniziati i lavori di recupero dell’immobile destinato a diventare, come ha anticipato più volte il presidente della Fondazione Massimo Toscani, uno spazio polifunzionale destinato alle arti contemporanee. I lavori non si sono ancora conclusi, infatti l’ingresso dell’edificio è ancora coperto dal ponteggio, ma l’obiettivo è di terminare entro la fine dell’anno. L’inaugurazione si terrà, anticipa Giorgio Milani consigliere di amministrazione della Fondazione, il 18 gennaio con una mostra dedicata al collezionismo del secondo Novecento. In attesa di quella data, è già possibile ammirare i primi risultati del restauro, intervento concordato con la Soprintendenza.

“Per la facciata sono state utilizzate 3 tonalità di grigio – dice Milani -, che possono essere definiti di ispirazione morandiana o simili a quelli utilizzati da Giorgio Armani. All’interno i lavori riguardanti gli impianti non si sono ancora conclusi, ma verranno portati a termine per la fine dell’anno. L’inaugurazione si terrà il 18 gennaio, con una mostra dedicata al collezionismo del secondo Novecento, che vuole essere un omaggio alla Galleria Ricci Oddi”.

Palazzo Ex Enel

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.