Pannelli fotovoltaici per la ricarica di auto elettriche, studenti del “Romagnosi” in finale a Bellocoopia

Più informazioni su

Sarà DumBo, lo spazio dedicato alle arti, alla cultura, sport e musica di via Casarini 19 a Bologna, a ospitare il 15 novembre dalle ore 9 la finale di Coopstartup Bellacoopia, il percorso promosso da Legacoop Emilia-Romagna che vede sfidarsi studenti delle scuole superiori di tutta la regione chiamati a dar vita a un progetto d’impresa.

Il tema della mattinata sarà URBANO_UMANO: la città che vorrei. A contendersi i premi in denaro destinati ad arricchire la dotazione tecnologica degli Istituti scolastici saranno sette progetti, uno per provincia che ha partecipato al percorso più Imola. Fra i finalisti anche gli studenti della 4^ C dell’Istituto Romagnosi di Piacenza con il progetto Solatrec, che propone la vendita e l’installazione di panelli fotovoltaici per la copertura di parcheggi per accumulare energia da destinare a colonnine di ricarica per auto elettriche.

Prima delle premiazioni verranno illustrate alcune esperienze creative, protagoniste di progetti di rigenerazione nella città di Bologna. Alcune hanno partecipato al Progetto Coopstartup e rappresentano una linea di raccordo tra Coopstartup Bellacoopia e Coopstartup: “Studenti di oggi cooperatori di domani”. Come sempre, l’obiettivo è quello di affrontare temi di grande attualità guardandoli sotto varie sfaccettature attraverso gli occhi dei ragazzi.

Anche quest’anno, una rosa di esperti parteciperà con entusiasmo alla sfida affiancando le studentesse e gli studenti nella presentazione dei loro progetti. Gli esperti, scelti per affinità tematiche con le idee presentate dai ragazzi, sono: Katia Ferrari, Manager Clust-ER Greentech Energia e Sviluppo Sostenibile, Davide Gaglioti, Cooperativa sociale La Fraternità e Project Manager Recooper, Mattia Grillini, Responsabile Comunicazione e Knowledge Management di Camst, Martina Lodi, Project Manager Art-ER, Kristian Mancinone, Esperto Innovazione Sociale Art-ER, Federico Fasol, General Manager di Cooperativa Dynamo – La Velostazione di Bologna, Luca Cantelli, Project Manager Orchestra Senzaspine – Mercato Sonato.

Gli altri progetti finalisti

Bologna: SAVE – Salviamo Vestiti propone la rigenerazione di indumenti usati di vario tipo e genere per rivendita sul mercato a prezzo accessibile. L’idea è stata sviluppata dagli studenti della 5°A – Ipsas “Aldrovandi – Rubbiani” – Indirizzo Economico.

Modena: POL(EVO)LUTION propone la costruzione di un sensore ad utilizzo automobilistico per il rilevamento della qualità dell’aria in tempo reale. L’idea è stata sviluppata dalla 5°AE – Elettronico – Itis “Leonardo Da Vinci” – Carpi.

Imola: Drink Health, ovvero, creare bicchieri e contenitori (coppette e vasetti per lo yogurt) compostabili, commestibili e senza glutine per fornire un’alternativa alla plastica. L’idea è stata sviluppata dalle studentesse della 5°A – 5°B – Istituto Tecnico Agrario Scarabelli.

Parma: Open The Energy: vendita e installazione di un cardine con batteria dynamo che sfrutta il movimento della porta per generare ed immagazzinare energia elettrica da riutilizzare per le utenze. L’idea è stata sviluppata dalla classe 5° Dell’istituto Tecnico Tecnologico “Camillo Rondani”.

Ravenna: G-bike – Ride for Save: biciclette dotate di un sistema GPS che monitora la distanza percorsa e, attraverso una app, permette di accumulare crediti che danno diritto a sconti in negozi convenzionati. L’idea è stata sviluppata dagli studenti dell’Istituto Olivetti-Callegari.

Reggio Emilia: Accordo: progettazione, realizzazione con stampante 3D e distribuzione di strumenti musicali per la promozione della diversità culturale attraverso la musica. L’idea è stata sviluppata dalla 4° C – Design per l’arredo – Liceo Artistico “G. Chierici”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.