Serata a favore de “La Ricerca”: a Nostra Signora di Lourdes va in scena la commedia dialettale

Dal tormento al sollievo all’ilarità. E’ una gustosa (e poco conosciuta) parodia il bozzetto dialettale “La paura fa novanta” con cui la “Filodrammatica Ancaranese” aprirà la serata di sabato 16 novembre, nel salone parrocchiale di Nostra Signora di Lourdes a Piacenza, dedicata ad alcune opere minori di Egidio Carella.

Il breve scherzo è ambientato nella casa di un ingegnere, durante uno sciopero. In scena tre spassosissimi personaggi: un cameriere affezionato che reclama la contingenza, un portinaio loquacissimo con la mania di dire spiritosaggini ad ogni battuta, un metronotte non del tutto persuasivo, dal linguaggio campagnolo, caricato e farsesco.

Il divertimento proseguirà con la commedia brillante, in un solo atto, “La t’è andä bein”, ambientata negli anni Trenta in una casa di un rione popolare di Piacenza dove affrontando i tanti problemi spiccano la scarsa cultura, momenti di sfogo di nervi in alternanza con quelli del cuore. La simpatica figura di Gigiotto Torlini contrasta con quella più scorbutica della moglie Marietta. Vivo e spiccato è invece il contrasto fra l’instabilità, il malessere, la trascuratezza del figlio Nuccio, col garbo e l’affettuosità della cugina Tina, innamorata dello stesso Nuccio. C’è poi Lisetta, una ragazza la cui migliore virtù non è certo la serietà, che in combutta con la madre Pävla, inscena un inganno per poter sposare Nuccio e sistemarsi. Tutto sembra che possa concretizzarsi quando appare il simpatico e scaltro Raffaele, amante di Lisetta…L’epilogo, quasi scontato, è dei migliori.

Personaggi e interpreti: Gigiotto Torlini (Adriano Rettagliati), la moglie Marietta (Manuela Davoli), Tina nipote di Gigiotto e Marietta (Chiara Facchini), Nuccio, figlio di Gigiotto e Marietta (Nicola Sacchi), un monello (Alessandro Ronchetti); un passante amico di Gigiotto (Adriano Ballerini); popolana e madre di Lisetta (Bruna Molaschi); Lisetta, figlia di Pavla (Piera Corotti), Raffaele, pretendente di Lisetta (Matteo Marchi). Rammentatrice Antonella Vercesi, regista Lucia Molaschi.

Organizzata dalla compagnia dialettale di Rivergaro in collaborazione con i volontari “PaCe” (Persona al Centro), la serata ha anche una finalità benefica: il ricavato delle offerte raccolte sarà devoluto a sostegno della attività che l’associazione “La Ricerca onlus” svolge a sostegno dei giovani e delle famiglie in difficoltà. Inizio spettacolo alle 21 (ingresso da via Damiani 6).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.