Un caldo e morbido “Cuore di maglia” per i bimbi prematuri, 150 i casi a Piacenza video

Un bimbo su 10 nasce prematuro. Una casistica da cui Piacenza non è esente, con una media di 150 piccoli curati presso il reparto di Patologia Neonatale dell’ospedale.

A dare supporto alle famiglie, alle prese con una situazione di grande stress emotivo, c’è l’associazione Cuore di maglia, che confeziona a mano copertine, magliette e babbucce, per dare a questi piccini un caldo e morbido benvenuto. Il progetto è stato presentato in ospedale, in concomitanza con la Giornata del prematuro, quando  l’associazione Cuore di maglia ha consegnato alcuni capi di abbigliamento fatti a mano ai bambini ricoverati in Neonatologia all’ospedale di Piacenza.

Cuore di maglia

Il direttore di Pediatria Giacomo Biasucci e la coordinatrice Roberta Re hanno presentato l’attività rivolta ai  prematuri e le loro famiglie. “Oggi vogliamo dire grazie ai colleghi che si impegnano quotidianamente nell’assistenza del prematuro anche patologico – spiega Re -, un’attività che si estende anche a tutta all’accoglienza e al supporto di tutta la famiglia”.

“Un bambino su 10 nasce prematuro – dice il direttore Biasucci -, e Piacenza rientra in questa casistica che può, come in questo periodo, veder concentrata la nascita anche di 5 – 6 bimbi prematuri in poco tempo, come sta accadendo a noi in questi giorni. Episodi di bambini nati in crisi di astinenza? Sì, accade anche a Piacenza, in media sempre 5-6 volte all’anno. Si tratta di situazioni che possono essere curate, anche perché facilmente riconoscibili, con presidi farmacologici adeguati”.

Giovanna Cavalloni dell’associazione Cuore di maglia spiega il progetto. “Si tratta di una coccola speciale per i bimbi prematuri: realizziamo a mano una copertina, una maglietta, una babbuccia fatta a mano. Vogliamo dare un’accoglienza diversa ai piccoli e alle loro famiglie, che li faccia sentire un po’ più a casa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.