Ad Assisi per ripensare l’economia con il Papa: il prof. Zamagni in S. Maria di Campagna

Più informazioni su

E’ confermato per sabato 14 dicembre, alle ore 16, in Santa Maria di Campagna, l’incontro con l’economista Stefano Zamagni, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.

Il docente dell’Università di Bologna – su invito della Banca di Piacenza – terrà una conversazione su “Ripensiamo l’economia col progetto Assisi 2020”, un tema che prende spunto dalla tre giorni voluta dal Papa che si svolgerà ad Assisi dal 26 al 28 marzo 2020: un evento internazionale (“The economy of Francesco”) dedicato agli under 35 impegnati nell’ambito della ricerca (studenti e studiosi di economia e discipline affini) e dell’impresa (imprenditori e dirigenti).

«La proposta – si legge nel programma della manifestazione – sarà quella di stringere un patto con i giovani, al di là delle differenze di credo e nazionalità, un patto per cambiare l’attuale economia e dare un’anima a quella di domani perché sia più giusta, sostenibile e con un nuovo protagonismo di chi oggi è escluso». Assisi 2020 è stato presentato da Francesco come un evento «che mi permetta di incontrare chi oggi si sta formando e sta iniziando a studiare e praticare un’economia diversa, quella che fa vivere e non uccide, include e non esclude, umanizza e non disumanizza, si prende cura del creato e non lo depreda».

Il prof. Zamagni – adjunct professor of International political economy della Johns Hopkins University, sede di Bologna – sarà tra le personalità internazionali che parteciperanno alla convention di Assisi. In questo clima di elezioni (per ora Regionali, prossimamente politiche) si vuole, in larghi strati dell’opinione pubblica, che il prof. Zamagni stia lavorando – come da molte indiscrezioni comparse sulla stampa nazionale – alla costituzione di un partito di cattolici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.